Il Chiasso retrocede in Promotion League
Malgrado il successo contro lo Xamax, i momò chiudono il campionato all’ultimo posto
Redazione
Il Chiasso retrocede in Promotion League
© CdT/ Chiara Zocchetti

Il Chiasso è costretto a salutare la Challenge League dopo 11 stagioni. Impegnati in casa con il Neuchâtel nell’ultima sfida di campionato, i rossoblù si impongono per 2-1 e agganciano i romandi in classifica, ma terminano ugualmente all’ultimo posto a causa della peggiore differenza reti.

Ticinesi avanti, ma lo Xamax c’è
Dopo un tentativo di Parapar neutralizzato da Safarikas, il Chiasso si porta in vantaggio al quindicesimo grazie ad Hadzi, il cui sinistro non lascia scampo a Walthert. Trascorrono appena sette minuti e i padroni di casa raddoppiano con Dixon, a segno da fuori area. I neocastellani a questo punto si scuotono e colpiscono un palo con Nuzzolo. Alla mezz’ora sono invece i momò a sfiorare nuovamente il gol: Cortesi impatta di testa da buona posizione, ma senza inquadrare la porta avversaria. Al 32’ i romandi dimezzano quindi lo scarto; il marcatore è Parapar, che trova la conclusione vincente al termine di un’insistita azione individuale. Nel finale della prima frazione c’è spazio per un ultimo tentativo di Hadzi. Il tiro del centrocampista termina però a lato e le due squadre vanno all’intervallo sul parziale di 2-1.

Al 64’ Safarikas è costretto a intervenire per deviare in corner una conclusione di Mafouta. Sul fronte opposto ci prova invece Bahloul, ma la conclusione mancina dell’attaccante rossoblù finisce sul fondo. Il forcing finale del Chiasso non produce i frutti sperati e la partita termina dunque 2-1, risultato che sancisce la retrocessione dei sottocenerini.

Per quanto riguarda gli altri verdetti di serata, il Grasshopper chiude il campionato al primo posto e ottiene la promozione diretta in Super League. Il Thun, secondo classificato, dovrà invece disputare lo spareggio.

Tabellino:

FC Chiasso-FC Neuchâtel Xamax 2-1 (2-1)
Reti:
15’ Hadzi; 22’ Dixon; 32’ Parapar
Arbitro: Fähndrich
Chiasso (3-4-2-1): Safarikas; Dixon (74’ Pasquarelli), Affolter, Pavlovic; Malinowski (81’ Lujic), Silva, Maccoppi, Hadzi; Bahloul, Bnou Marzouk (C); Cortesi (66’ Manicone); Allenatore: Raineri
Neuchâtel (3-4-3): Walthert (C); Gomes, Basha, Djuric (50’ Morgado); Mveng, Dominguez, Beloko (63’ Corbaz), Kempter; Parapar (63’ Mutombo), Mafouta (91’ Dugourd), Nuzzolo; Allenatore: Binotto
Note: Stadio Riva IV, 100 spettatori. Ammoniti: 23’ Bahloul, 44’ Djuric, 69’ Affolter, 79’ Mutombo, 95’ Manicone

  • 1