A Fuorigioco scontro Novoselskiy-Renzetti
È andata in onda ieri sera una nuova puntata della trasmissione sportiva su Teleticino. I due non ne sono arrivati a una. Renzetti: “C’è chi ci ha fatto perdere tempo”, Novoselskiy: “Non mi faccio puntare la pistola”
Redazione
A Fuorigioco scontro Novoselskiy-Renzetti

L’FC Lugano ha incassato domenica la sua prima vittoria stagionale, ma il futuro societario della squadra è offuscato. I rapporti tra Angelo Renzetti e Leonid Novoselskiy sono tesi più che mai. Dalle pagine dell’Eco dello sport, al termine della partita Servette-Lugano, Renzetti ha dichiarato che il futuro del Lugano dipenderà unicamente dalle scelte che farà il suo socio di minoranza. Parole che hanno fatto arrabbiare Novoselskyi. “Il suo è un ricatto e io non parlo con chi mi ricatta”, ha dichiarato al portale. Il bisticcio è durato anche durante la trasmissione di Fuorigioco, andata in onda ieri sera, durante la quale i due si sono confrontati sul tema, senza arrivarne a una.

“Il mercato langue, l’azionista è anche stufo di mettere soldi”, ha esordito Renzetti. “Quando qualcuno ha fatto sacrifici per undici anni, se vendi vuoi fare il meglio per la società. Vorrei lasciare una squadra il più competitiva possibile”. Al momento c’è una trattativa aperta (Renzetti non ha voluto confermare il nome di Joe Mansueto dei Chicago Fire) e secondo il presidente, se si aspetta troppo, il Lugano è morto. “La società non ha nessun debito con le banche, ha sempre pagato gli stipendi, gli oneri sociali. Quest’anno però si paventa un anno difficile: siamo reduci dal Covid, purtroppo il mercato langue e ci siamo trovati in una situazione in cui sono entrate delle persone che non hanno messo niente e hanno fatto perdere tempo, al limite della decenza. Non è che Renzetti ha amministrato male”, sottolinea il presidente, rispondendo a una diretta critica di Novoselskiy.

“Non mi faccio puntare la pistola alla testa”, sbotta il socio di minoranza che sottolinea: “Senza un’offerta vincolante e senza un progetto chiaro ed equilibrato io continuerò a dire no”. Novoselskiy ha confermato che probabilmente utilizzerà i trenta giorni a disposizione per scegliere. “Con De Souza tengo la porta aperta, non tengo in ballo la trattativa perché c’è lui ma la tengo in ballo perché ci sono diverse opzioni che sto considerando in linea con il nostro contratto”.

Guarda la puntata di Fuorigioco su Teleticino

Loading the player...
  • 1