HelvEthica Ticino
Sì alla 13esima AVS
©Chiara Zocchetti
©Chiara Zocchetti
Redazione
13 giorni fa
Il presente contributo è l’opinione personale di chi lo ha redatto e non impegna la linea editoriale di Ticinonews.ch. I contributi vengono pubblicati in ordine di ricezione. La redazione si riserva la facoltà di non pubblicare un contenuto o di rimuoverlo in un secondo tempo. In particolare, non verranno pubblicati testi anonimi, incomprensibili o giudicati lesivi. I contributi sono da inviare a [email protected] con tutti i dati che permettano anche l’eventuale verifica dell’attendibilità.

Dopo aver contribuito per una vita lavorativa, siamo in molti ad auspicare di poter vivere gli anni della nostra meritata quiescenza senza troppe preoccupazioni di carattere finanziario, tanto più quando si hanno ancora persone a carico. Come per molti impiegati, la tredicesima per i pensionati AVS costituirebbe un piccolo contributo per pagare bollette e assicurazioni malattia in costante aumento e migliorare così la propria qualità di vita. Diciamo quindi un SÌ convinto all’iniziativa per una 13esima mensilità AVS.

L’iniziativa sulle pensioni intende garantire il finanziamento dell’AVS a lungo termine tramite un ulteriore innalzamento dell’età pensionabile per entrambi i sessi. In realtà noi propenderemmo per un’età pensionabile flessibile a partire dai 60 anni, in modo tale che chi desidera continuare a lavorare anche dopo l’età pensionabile e chi preferisce invece dedicarsi ad altro e lasciare il suo posto di lavoro ai giovani abbiano la libertà di scelta: in tal caso entrambi i gruppi contribuirebbero al finanziamento dell’AVS. Per questa iniziativa il comitato di HelvEthica Ticino non ha raggiunto l’unanimità per una presa di posizione.

HelvEthica Ticino

I tag di questo articolo