PSE: lo scontro diretto!
Questa sera alle 19:30 su Matrioska una nuova puntata sul tema caldo dell’autunno luganese. Ospiti Michele Foletti, Fulvio Pelli, Filippo Lombardi, Giuseppe Sergi, Marco Chiesa e Nicola Schönenberger
di MJ
PSE: lo scontro diretto!
Immagine © CdT/Gabriele Putzu

Ormai ci siamo: la battaglia sul Polo sportivo e degli eventi di Lugano è entrata nella fase cruciale. Mancano venti giorni al 28 novembre, quando sarà proclamato il vincitore di questa lunga e combattutissima partita.

Nelle case dei luganesi è già arrivato il materiale di voto. E anche questo passaggio formale ha suscitato polemiche. Il Comitato promotore del referendum ha infatti puntato il dito contro il Municipio, accusandolo di aver fornito ai cittadini un’informazione incompleta e parziale sui costi dell’opera. Affermazione respinta dall’Esecutivo. Il ricorso ai tribunali, che avrebbe potuto portare a un rinvio della votazione, è stato scongiurato, ma il clima tra le due squadre resta tesissimo.

Gli elementi di divisione e contrapposizione tra i due schieramenti sono ormai noti da tempo. Due quelle fondamentali. In primis l’edificazione delle due torri e delle quattro palazzine, oltre allo stadio e al palazzetto. Una speculazione edilizia secondo i contrari, una necessaria riqualifica del quartiere per i favorevoli. Dall’altra l’accordo pubblico e privato, il contratto tra la Lugano e HRS, ritenuto del tutto sfavorevole per la Città dai promotori del referendum, difeso invece a spada tratta dal Municipio.

Raramente si è assisto a una votazione in cui le narrazioni di favorevoli e contrari divergono in modo così netto. Quasi impossibile trovare un punto d’incontro. Il Comitato del “no” asserisce che se sarà bocciato il PSE, si potrà procedere speditamente con la costruzione della sola parte sportiva dell’opera, il così detto “piano b”. Una tesi che i sostenitori del “sì” bollano come destituita di ogni fondamento. Divergenze inconciliabili anche per il futuro dell’FC Lugano. Senza PSE, sarà serie B, affermano perentori i favorevoli. Falso, ribattono i contrari.

“PSE: lo scontro diretto”, è il titolo di Matrioska in onda questa sera su TeleTicino a partire dalle 19.30. Ospiti di Marco Bazzi saranno il sindaco di Lugano Michele Foletti, il consigliere comunale PLR Fulvio Pelli, il municipale PPD Filippo Lombardi, il coordinatore dell’MPS Giuseppe Sergi, il Consigliere agli Stati UDC Marco Chiesa, il capogruppo dei Verdi in Gran Consiglio Nicola Schönenberger.

Appuntamento dunque per questa sera alle 19.30 su TeleTicino.

  • 1