Magazine
Dopo il boom di Squid Game, Netflix punta sull’Asia Pacifico
Immagine Shutterstock
Immagine Shutterstock
7 mesi fa
L’azienda di servizio streaming ha chiuso settembre con 213 milioni di abbonati e l’obiettivo dei prossimi anni è di arrivare a 500 milioni

Dopo il successo travolgente di Squid Game, Netflix punta a conquistare l’Asia Pacifico cavalcando la popolarità guadagnata in Sud Corea.

Come riporta Bloomberg, Netflix ha chiuso settembre con 213 milioni di abbonati - il numero maggiore di qualsiasi servizio di streaming - e l’obiettivo dei prossimi anni è di arrivare a 500 milioni. Per raggiungerlo, secondo Michael Morris, analista di Guggenheim, l’Asia Pacifico rappresenta attualmente la più grande opportunità di crescita.

“Per arrivare a centinaia di milioni di abbonati molto deve provenire dall’Asia, data la sua dimensione”, ha affermato Morris. E sfruttare l’attuale slancio in Sud Corea sarà fondamentale. Netflix ha lanciato il suo servizio nel paese asiatico nel 2016, ma i primi anni sono stati in salita: nel 2020, invece, l’azienda vi ha realizzato il suo primo profitto annuale registrando un fatturato di 356 milioni di dollari. E la Corea del Sud è ora uno dei più grandi mercati di Netflix nella regione, dietro solo ad Australia e Giappone, con 5 milioni di abbonati.

© Ticinonews.ch - Riproduzione riservata