Lupi? “Consentire l’uccisione preventiva”
A sostenerlo è la Commissione dell’ambiente del Consiglio degli Stati che vorrebbe consentire l’abbattimento preventivo sul modello dello stambecco
di Keystone-ATS/MMINO
Lupi? “Consentire l’uccisione preventiva”
Immagine Shutterstock

I lupi si stanno moltiplicando rapidamente, forse troppo per la commissione dell’ambiente del Consiglio degli Stati (CAPTE-S), che vorrebbe consentire l’abbattimento preventivo di questi animali sul modello di quanto avviene già per lo stambecco. Per 5 voti a 2 e 2 astensioni, la CAPTE-S ha deciso quindi di presentare un’iniziativa parlamentare volta a modificare la legge sulla caccia. Sul modello della regolazione degli effettivi degli stambecchi, precisa una nota odierna dei servizi parlamentari, si mira a rendere possibile la regolazione preventiva degli effettivi di lupi.

L’iniziativa, secondo la commissione, ripropone un elemento centrale e sostanzialmente incontestato dell’ultima revisione parziale della legge sulla caccia, poi fallita. La commissione è convinta che sia necessario agire rapidamente, considerato il veloce aumento degli effettivi di lupi (raddoppiati nell’arco di tre anni) e i problemi che questo comporta soprattutto nelle regioni di montagna.

Lupo, abbattimento agevolato
Visto il problema, lo scorso giugno il Consiglio federale aveva approvato una revisione dell’ordinanza sulla caccia che consente di uccidere un lupo (animale protetto in Svizzera, n.d.r) se avrà sbranato 10 capre o pecore e non più 15 come ora, a patto che gli allevatori abbiano disposto recinzioni e usato cani da gregge. Tale modifica adempie due mozioni parlamentari adottate in marzo, consenta ai Cantoni di intervenire più rapidamente sulle popolazioni di questo predatore. Per i grossi animali da reddito come i bovini, gli equini, i lama e gli alpaca, la soglia di danno è fissata a due predazioni per intervenire in un branco. Nelle zone in cui i lupi non hanno finora causato danni ad animali da reddito la nuova soglia è di 15 capi (finora 25) in un mese o 25 capi (finora 35) in quattro mesi. In questo caso, possono essere computate anche le predazioni di animali da reddito non protetti.

...ma nessuna misura preventiva
La riveduta ordinanza, secondo il governo, rispetta il risultato della votazione popolare sulla revisione della legge sulla caccia, bocciata dal popolo nel settembre del 2020. Non prevede infatti alcun tipo di regolazione preventiva del lupo. L’intervento in un branco rimane di competenza della Confederazione. Il numero di lupi e di branchi in Svizzera è in continuo aumento. A fine febbraio 2021 si registravano circa 110 esemplari e 11 branchi.

  • 1