Magazine
AAA assaggiatore di dolciumi cercasi
Immagine Shutterstock
Immagine Shutterstock
13 giorni fa
Oltre 74 mila franchi all’anno per provare caramelle dal divano di casa. È la dolce offerta di lavoro di un’azienda canadese del settore

C’è la dolce vita e poi il dolce lavorare. In alcuni casi questi due aspetti possono anche coincidere. Questo è uno di quelli: essere assaggiatori professionisti di dolciumi per oltre 74 mila franchi all’anno. In più si può tranquillamente lavorare da casa. È l’offerta di lavoro della Candy Funhouse, “il più grande negozio online specializzato in caramelle con oltre 3'500 prodotti tra cui scegliere”, si legge sull’annuncio di lavoro.

La posizione aperta
“Stiamo cercando il primo e unico Chief Candy Officer al mondo”, scrive l’azienda sul proprio sito internet. “Si tratta di un’opportunità di lavoro da casa con la possibilità di lavorare a Toronto, in Canada, per i residenti canedesi o a Newark, nel New Jersey, per i residenti americani. La persona che verrà assunta verrà retribuita 100 mila dollari canadesi all’anno (74'065 franchi) e dovrà guidare la strategia delle caramelle ‘FUNhouse’.” Infine, e questa è forse la parte più importante, viene specificato che il ruolo “include l’approvazione di tutte le caramelle in inventario e la decisione di assegnare o meno a ogni dolcetto il “timbro di approvazione” ufficiale del Chief Candy Officer.”

Un ruolo di responsabilità
Essere il Chief Candy Officer di Candy Funhouse è molto di più di un semplice gioco e divertimento”, viene spiegato nell’annuncio dall’azienda, “è una questione di caramelle seria!” “Il CCO sarà responsabile della scelta dei nuovi prodotti Candy Funhouse, della conduzione delle riunioni del comitato per le caramelle, dell'assaggio e della gestione di tutto ciò che è divertente.”

Un lavoro per tutti
Per candidarsi serve una sola cosa: “la passione per le caramelle”, viene scritto dall’azienda. Inoltre, tutti possono inoltrare il proprio Curriculum Vitae, basta avere più di 5 anni e risiedere in Nord America.

© Ticinonews.ch - Riproduzione riservata