Hockey
Primo squillo del Lugano: Ruotsalainen la decide all'overtime
©Gabriele Putzu
Samuele Quadri
2 mesi fa
Il Lugano ottiene il successo in gara-3 e riapre la serie. A deciderla alla BCF Arena è Arttu Ruotsalainen all'overtime.

Friborgo – Lugano 1-2 (0-1/1-0/0-0/0-1): 09’46 Fazzini (L), 28’30 DiDomenico (F), 62'49 Ruotsalainen (L)

Primo tempo

Dopo due minuti di gioco frastagliato, viene fischiata una penalità a Bertschy in seguito ad un intervento alla balaustra. La superiorità numerica bianconera non si concretizza, perché Patry reagisce alla provocazione e si siede anch’esso sulla panchina dei cattivi. Al 4’ un’altra situazione irregolare viene letta dagli arbitri con una penalità di due minuti a Mirco Müller, mentre a Sprunger viene inflitta quella di partita dopo un cross-check al collo dello stesso Müller. Al 6’ il neo-casco giallo Quenneville si ritrova, in maniera quasi casuale, a tu per tu con Berra, ma il canadese non inquadra la porta. Un minuto più tardi il Gottéron incappa in un’altra penalità e il Lugano ha la possibilità per 81’’ di giocare con l’uomo in più. Sullo scadere del 5c3 i bianconeri sbloccano il match con Fazzini che con una rasoiata infila Berra tra i gambali. Dopo una breve sfuriata del Friborgo il match torna in equilibrio e nel finale il Lugano gioca con l’uomo in più. Il powerplay non dà i suoi frutti se non un palo di Alatalo.

Secondo tempo

Nei primi minuti del periodo centrale un Lugano volenteroso s’accasa per qualche minuto nel terzo burgundo, ma il gol del raddoppio non arriva. All’8’, in situazione di superiorità, il Friborgo trova il gol del pareggio con DiDomenico che tutto solo da posizione defilata insacca a Schlegel battuto: 1-1. Il Lugano sembra aver accusato il colpo e qualche minuto più tardi il Friborgo, sempre in powerplay, sfiora la rete del vantaggio con De la Rose che tutto solo davanti a Schlegel si fa neutralizzare il tiro. Al 18’ Quenneville colpisce in testa DiDomenico e si fa spedire anzitempo negli spogliatoi. Durante i primi secondi di powerplay i burgundi colpiscono un palo con Gunderson dalla linea blu.

Terzo tempo

In apertura di terzo tempo le due compagini sul ghiaccio provano a trovare il gol del vantaggio con diversi ribaltamenti di fronte. Al 12’, dopo un paio di sfuriate friborghesi, il Lugano va vicino al 2-1, ma Berra riesce a deviare il tentativo sotto porta di Thürkauf. Al 15’ sono ancora i bianconeri a rendersi pericolosi con Arcobello che colpisce un altro palo, questa volta alla sinistra di Berra. Il risultato non cambia e alla terza sirena le due squadre sono ancora in parità: si va ai supplementari.

Overtime

Al 3' il Lugano riesce a chiudere il match. Ruotsalainen decide di fare tutto da solo e da pochi passi infila Berra per il 2-1 finale. Il Lugano ottiene il successo in gara-3 con il contro-break alla BCF Arena.

I tag di questo articolo