Ucraina: ordigni a Kiev e autobus dirottato a Lutsk
Giornata campale per le forze dell’ordine ucraine, che si sono trovate a confrontarsi sia con un dirottamento che con un sospetto attentato
di MJ/ATS
Ucraina: ordigni a Kiev e autobus dirottato a Lutsk

Un dirottamento a Lutsk con 20 ostaggi e due ordigni esplosivi al mercato di Kiev. Queste le sfide che le forze dell’ordine ucraine hanno dovuto affrontare oggi, a margine peraltro della visita della Presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga in cui si auspicava pace duratura nell’est europa. Stando a quanto riportano i media il dirottamento sarebbe ancora in corso, mentre gli ordigli sono stati disinnescati dagli artificeri, secondo quanto riporta il sindaco di Kiev, Vitaly Klitschko.

Ancora stallo a Lutsk

Un uomo armato ha preso in ostaggio una ventina di persone a Lutsk, 400 chilometri a ovest di Kiev in Ucraina. Secondo la polizia ucraina sono ancora in corso trattative con l’uomo, che secondo gli agenti ha con sé degli esplosivi. Su Facebook, la polizia ucraina ha riferito di aver isolato la città di Lutsk e di aver dato il via all’operazione ‘Ostaggi’ per liberare le persone che si trovano sul bus. Il ministero degli Interni di Kiev spiega che è stato l’uomo armato a mettersi in contatto telefonico con gli agenti, presentandosi come Maksim Plokhim.

Specialisti sono in contatto con il sequestratore, ha dichiarato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un incontro con la stampa a Kiev. “Stiamo tenendo la situazione completamente sotto controllo”, ha detto Zelensky, ripreso dall’agenzia Interfax. “Conosco tutti i dettagli. Sono in contatto con i nostri specialisti a Lutsk. I professionisti - ha proseguito il presidente - stanno lavorando e stanno facendo tutto il possibile per liberare gli ostaggi. Visto che la comunicazione con l’uomo che ha sequestrato i nostri cittadini è attualmente in corso, non posso dare ulteriori dettagli sulla faccenda adesso”.

Disinnescati 2 ordigni in un mercato a Kiev

Ancora ignoti al momento i mandanti del potenziale attentato in un mercato di Kiev, dove sono stati recuperati e disinnescati due ordigni. “Gli artificieri - ha detto il sindaco Klitschko - hanno appena disinnescato due ordigni artigianali nel mercato Minsky. Un anonimo ha chiamato la polizia attorno alle 12 per dire che degli esplosivi erano stati piazzati in due chioschi mobili al numero 26 di Viale Obolonsky”. Le forze dell’ordine e gli artificieri giunti sul posto - stando al sindaco della capitale ucraina - hanno scoperto gli ordigni e la zona è stata evacuata: “Gli ordigni fissati tra un’auto e i chioschi mobili sono stati disinnescati”.

  • 1