Talebani: “Sicurezza per operatori umanitari”
L’assicurazione dei fondamentalisti giunge in una lettera indirizzata alle Nazioni Unite
di Keystone-ATS
Talebani: “Sicurezza per operatori umanitari”
Immagine Wikimedia Commons

I talebani hanno assicurato per iscritto all’Onu accesso sicuro agli aiuti e libertà di movimento per gli operatori umanitari che operano in Afghanistan. Lo ha detto il vicesegretario Onu per gli affari umanitari, Martin Griffiths, che la settimana scorsa si era recato a Kabul, alla conferenza dei donatori di Ginevra.

Griffiths ha letto una lettera del governo talebano che si impegna tra le altre cose a “levare ogni ostacolo agli aiuti, proteggere la vita degli operatori umanitari” e a non entrare nelle basi dell’Onu e di altre ong, chiedendo aiuto alla comunità internazionale per la ricostruzione e la lotta al narcotraffico.

  • 1