Sono dieci i vaccini in fase 3
Secondo l’Oms sono ormai dieci le cordate che sono arrivate alla fase di massa della sperimentazione
di Keystone-ATS
Sono dieci i vaccini in fase 3
Foto Shutterstock

Rick Brennan, il Direttore per le emergenze nel Mediterraneo orientale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), ha ricordato che sono al momento dieci i vaccini anti-Covid in cui la sperimentazione è giunta alla cosiddetta “fase 3”, ossia quella in cui il prodotto in studio viene somministrato a un numero elevato di pazienti, nell’ordine delle migliaia. “Per quando riguarda il numero” di quelli in sperimentazione “in questo momento, a tutto ieri, c’erano dieci vaccini in fase 3” e “un undicesimo sta per entrare”, ha detto Brennan in una conferenza stampa virtuale dal Cairo.

Da parte dell’Oms “c’è anche l’intenzione di creare una sperimentazione per un vaccino di solidarietà” e “speriamo” che questi trials “possano avvenire nei prossimi mesi”, ha previsto l’ex-direttore delle operazioni di emergenza dell’Oms nell’incontro con giornalisti tenuto al termine di una sessione del Comitato regionale per il Mediterraneo orientale. “Ci sono letteralmente centinaia di sperimentazioni in corso nel mondo alla ricerca di diagnostiche, terapie e vaccini” e l’”Oms sta gestendo una di questa sperimentazioni, detta ‘di solidarietà, la più grande globalmente a livello terapeutico”, ha ricordato ancora Brennan.

In questo “solidarity trial” alla ricerca di una medicina anti-coronavirus, “all’inizio c’erano quattro farmaci in sperimentazione” e ora ne “rimangono due”, ha precisato. “Sono stati coinvolti più di 12mila pazienti in 500 ospedali di 29 Paesi”: “speriamo di avere alcuni dati preliminari nelle prossime settimane; se non proprio più tardi questo mese, almeno a novembre”, ha detto ancora l’alto funzionario Oms. L’Organizzazione mondiale della sanità sta comunque “tracciando le altre sperimentazioni”, “centinaia”, attraverso un “registro nel suo quartier generale a Ginevra”, ha segnalato Brennan. “Non le supervisioniamo ma giochiamo un ruolo di coordinamento e di condivisione delle informazioni”, ha precisato rispondendo quindi “no” alla alla domanda se l’Oms stia ‘supervisionando’ le sperimentazioni di vaccini Usa, Russia, Cina e Gran Bretagna.

  • 1