Quasi 2mila casi a Varese
Registrati 8’853 contagi in Lombardia. I morti sono 169 nelle ultime 24 ore
di Keystone-ATS/Redazione
Quasi 2mila casi a Varese
© Repubblica e Cantone Ticino/Elizabeth La Rosa

È sempre la Lombardia la regione con il maggior numero di contagi, con 8.853 positivi in un giorno, comunque in calo rispetto a ieri (9.221). Ancora tanti i decessi, 169 nelle ultime 24 ore.

Varese si conferma una delle zone più colpite in Italia dalla seconda ondata di Coronavirus. Oggi si sono registrati quasi duemila casi, esattamente 1.970, più dunque che a Milano città dove sono stati 1.144 (mentre nella città metropolitana sono stati in tutto 3.232).

Continua la polemica sui vaccini influenzali, fortemente raccomandati per non confondere i sintomi con il Covid. Dopo le accuse di ritardi nella distribuzione, oggi la Regione Lombardia ha reso noto che sono circa 1.800.000 le dosi di vaccino «distribuiti a medici di Medicina generale, Asst e Rsa del territorio lombardo». «Nonostante qualche ritardo, dovuto a problemi di consegna da parte delle ditte fornitrici, più di 1.200.000 over 65 potranno essere vaccinati nelle prossime settimane» ha spiegato la Regione.

Una buona notizia arriva dall’Arcidiocesi di Milano. Dopo la positività al Covid riscontrata il 30 ottobre, monsignor Mario Delpini, si è sottoposto a un nuovo tampone, che ha dato esito negativo. L’arcivescovo, asintomatico, può dunque interrompere l’isolamento fiduciario e domani pomeriggio celebrerà regolarmente la Santa Messa in Duomo.

Il commercio al dettaglio cerca di riorganizzarsi per contenere gli effetti della crisi economica. A Bergamo lo shopping nei negozi locali diventa smart con l’accordo firmato dal distretto urbano del Commercio con il Comune e Poste italiane. La merce acquistata direttamente in negozio (da marketplace o dai social degli esercizi) viene consegnata con mezzi ecosostenibili, elettrici o ibridi.

In Valtellina e Valchiavenna c’è chi invece teme che possa saltare la stagione sciistica. Gli impianti sono ancora chiusi e la ripartenza è incerta. Gli operatori turistici stanno lavorando in questi giorni con la Regione per il varo di un protocollo che possa salvare la stagione invernale.

  • 1