Estero
“Importante non paralizzare il G20 per Putin”
Immagine Shutterstock
Immagine Shutterstock
2 mesi fa
Lo ha detto la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen. “Dobbiamo dirgli cosa pensiamo di lui e del suo modo di agire, guardandolo in faccia”

“Dobbiamo pensare molto bene se vogliamo paralizzare il G20. Io non sono per questa opzione”. Lo ha detto la presidente della commissione Ue, Ursula von der Leyen, riferendosi alla possibilità che al G20 di novembre ci possa essere il presidente russo Vladimir Putin. “A mio avviso dobbiamo dire a Putin cosa pensiamo di lui e del suo modo di agire, guardandolo in faccia”, ha continuato, rispondendo a un’intervista della Zdf a Elmau, dove è in corso il G7, al giornalista che ha chiesto come vedesse il G20 di novembre con il presidente russo. “Dal mio punto di vista il G20 è troppo importante per i paesi in via di Sviluppo per lasciarcelo rovinare ancora da Putin”, ha aggiunto. “Una cosa è chiara”, ha precisato, se dovesse esserci il presidente russo “non sarebbe business as usual con lui”, ha concluso.

La questione del petrolio
“Abbiamo parlato del tetto al prezzo del petrolio. Ne abbiamo discusso insieme e al momento gli esperti lavorano ai dettagli. E questo è giusto, perché non può essere che Putin venda il petrolio davvero a prezzi molto cari sul mercato mondiale e riempia le sue casse per la guerra, mentre i Paesi in via di sviluppo finiscono in ginocchio”, ha poi affermato la presidente della commissione Ue alla Zdf. “Il mondo deve esser pronto a dire: noi non siamo più disposti a pagare prezzi astronomici e avremo un tetto al prezzo e tutti devono partecipare. Garantiremo che si paghi in modo onesto ma non al punto da riempire le casse di Putin”.

© Ticinonews.ch - Riproduzione riservata