“Covid punizione per i gay”, patriarca contagiato
Filaret, patriarca della Chiesa ortodossa ucraina, è stato ricoverato in “condizioni stabili” a causa del Covid-19. Aveva dichiarato che la pandemia era una punizione per i matrimoni omosessuali
di MJ
“Covid punizione per i gay”, patriarca contagiato
Foto Wikimedia Commons

Aveva definito la pandemia una “punizione divina inviata da Dio per i peccati degli uomini e la peccaminosità dell’umanità”, in particolare riferendosi “prima di tutti i matrimoni tra persone dello stesso sesso”. Ora il 91enne patriarca Filaret, numero uno della Chiesa ortodossa ucraina del Patriarcato di Kiev, è stato dichiarato positivo al Covid-19 dalla sua Chiesa in un post su Facebook.

Il patriarca è stato ricoverato in ospedale e le sue condizioni, stando a quanto affermato dalla Chiesa, sono al momento “stabili”. “Sua Santità il Patriarca Filaret è particolarmente grato a tutti coloro che dimostrano il suo amore e il suo sostegno nelle preghiere per la sua salute”, ha indicato la chiesa in un comunicato.

  • 1