Airbus taglia 15mila impieghi
Il colosso dell’aviazione ridurrà la sua forza lavoro dell’11% entro l’estate del 2021
di Keystone-ATS
Airbus taglia 15mila impieghi
Foto Shutterstock

Airbus sta pianificando di tagliare circa 15’000 posti di lavoro in tutto il mondo, l’11% della sua forza lavoro totale, in risposta alla crisi del coronavirus. Lo ha annunciato il produttore europeo, spiegando che i tagli avverranno entro l’estate del 2021 come conseguenza di un crollo di quasi il 40 per cento del settore dell’aviazione commerciale negli ultimi mesi. Il gruppo non esclude a priori anche i semplici licenziamenti.

L’obiettivo - si legge in un comunicato del gruppo diffuso questa sera - è di “ridimensionare l’attività nell’aviazione commerciale” di fronte alla crisi del coronavirus. Circa 5’100 posti saranno tagliati in Germania, 5’000 in Francia, 1’700 in Gran Bretagna, 900 in Spagna e 1’300 negli altri siti del gruppo nel mondo.

  • 1