Image
Euro 2020: ecco cosa sapere
Tra poche ore prendono avvio gli Europei di calcio. La Svizzera è impegnata domani. Qui potete trovare tutte le informazioni importanti.
Redazione

Non saranno Europei come gli altri, ma son pur sempre uno degli appuntamenti più attesi da appassionati di calcio e non solo. Questa sera alle 21, con il calcio d’inizio a Roma di Turchia-Italia, inizia Euro2020. Vediamo cosa ci attende. E ricorda, mancano pochissime ore per iscriversi al FantaEuro su fantaeuro.ch.

We Are The People
Non c’è grande manifestazione che conti senza un inno. Quello di questi Europei sarà “We Are The People”, canzone scritta da Bono e dal dj/produttore olandese Martin Garrix. Al pezzo collabora anche The Edge degli U2. In occasione della cerimonia di apertura della competizione, questa sera, ci sarà anche Andrea Bocelli che canterà “Nessun dorma”.

Il match inaugurale
Come detto, la prima partita inizierà alle 21 di questa sera allo Stadio Olimpico di Roma. Sarà Turchia-Italia. Poi, domani, toccherà alla Svizzera che sarà impegnata a Baku contro il Galles.

Euro 2020: ecco cosa sapere

I gironi
Oltre al Gruppo A dei rossocrociati, che si giocano il passaggio del turno con Italia, Turchia e Galles, vi sono altri cinque gironi, per un totale di 24 squadre. Queste le composizioni: Gruppo B – Danimarca, Finlandia, Belgio, Russia; Gruppo C – Olanda, Ucraina, Austria, Macedonia; Gruppo D – Inghilterra, Croazia, Scozia, Repubblica Ceca; Gruppo E – Spagna, Svezia, Polonia, Slovacchia; Gruppo F – Ungheria, Portogallo, Francia, Germania. Al termine dei gironi preliminari, i primi e i secondi classificati di ogni gruppo accederanno agli ottavi, a loro si aggiungono le quattro migliori terze.

Le partite della Svizzera
Queste le partite della nostra nazionale:
Galles – Svizzera: sabato 12 giugno alle 15 a Baku, Azerbaigian
Italia – Svizzera: mercoledì 16 giugno alle 21 a Roma, Italia
Svizzera – Turchia: domenica 20 alle 18, a Baku, Azerbaigian
Le fasi a eliminazione diretta, poi, inizieranno il 26 giugno, le semifinali si giocheranno il 6 e il 7 luglio a Wembley, dove l’11 luglio si giocherà la finale.

Euro 2020: ecco cosa sapere

Un campionato itinerante
Per la prima volta, in occasione del sessantesimo della manifestazione, la Uefa ha deciso di organizzare un campionato itinerante, nel quale nessun Paese è padrone di casa. Undici le città in cui si giocheranno le partite. In epoca Covid, questo ha creato qualche particolarità. Infatti non tutti i Paesi garantiscono lo stesso grado di occupazione degli stadi, così si passerà dal 25% di Inghilterra e Italia, per esempio, al 100% di pubblico che sarà presente al Ferenc Puskás Stadium di Budapest.

Il pubblico negli stadi
Ecco quante persone potranno sedersi in ogni stadio (in base all’andamento epidemiologico, questi dati potrebbero ancora cambiare):
Wembley, Londra, Inghilterra – 25% 22’500
Saint Petersburg Stadium, San Pietroburgo, Russia – 50% 34’067
Olimpiya Stadionu, Baku, Azerbaijan – 50% 34’935
Allianz Arena, Monaco, Germania – 50% 34’067
Stadio Olimpico, Roma, Italia – 25% 18’315
Johan Cruijff Arena, di Amsterdam, Olanda – 25% 13’711
Arena Nationala, Bucarest, Romania – 25% 13’087
Ferenc Puskás Stadium, Budapest, Ungheria – 100% 67’155
Parken Stadium, Copenhagen, Danimarca – 45% 17’129
Hampden Park, Glasgow, Scozia – 25% 12’966
Estadio La Cartuja, Siviglia, Spagna - 30% 17’813

I convocati della Svizzera

Euro 2020: ecco cosa sapere

Portieri: Yvon Mvogo (PSV), Jonas Omlin (Montpellier), Yann Sommer (Borussia Moenchengladbach).
Difensori: Manuel Akanji (Borussia Dortmund), Loris Benito (Bordeaux), Eray Cömert (Basilea), Nico Elvedi (Borussia Moenchengladbach), Jordan Lotomba (Nizza), Kevin Mbabu (Wolfsburg), Becir Omeragic (Zurigo), Ricardo Rodriguez (Torino), Fabian Schar (Newcastle), Silvan Widmer (Basilea).
Centrocampisti: Christian Fassnacht (Young Boys), Edimilson Fernandes (Mainz), Remo Freuler (Atalanta), Xherdan Shaqiri (Liverpool), Djibril Sow (Eintracht Francoforte), Ruben Vargas (Augsburg), Granit Xhaka (Arsenal), Denis Zakaria (Borussia Moenchengladbach), Steven Zuber (Eintracht Francoforte).

Gli appuntamenti di Teleticino, Radio3i e Ticinonews
Su Ticinonews potrete leggere tutte le ultime notizie su questi europei, ma anche Teleticino e Radio3i dedicano alla rassegna degli appuntamenti particolari.

Fuorigioco Euro
Dal lunedì al venerdì, e il sabato se gioca la Svizzera, alle 19:05 va in onda su Teleticino Fuorigioco Euro. Conducono Patrick Della Valle, Stefano Sala, Luca Mossi e Alex Isenburg.

Vietato ai minori speciale Europei
Su Radio3i (e anche su Teleticino), invece, tutti i sabati e le domeniche fino all’11 luglio, dalle 14 alle 18, Gianluca Pusterla e Giacomo Menafoglio condurranno “Vietato ai minori speciale Europei”. Un viaggio a tutto tondo all’interno del mondo degli Europei, dalle partite alle storie, passando per i protagonisti. L’Euro itinerante segnerà il ritorno del pubblico e allora andremo a pescare i tifosi che accompagneranno la Svizzera. E visto che negli ultimi mesi si è viaggiato poco lo faremo andando nelle Nazioni partecipanti, cercando di carpirne caratteristiche e peculiarità. Un puzzle fatto di tanti pezzi, ognuno diverso ma perfettamente incastrabili. Ovviamente non mancherà la musica e in ogni puntata avremmo il punto di vista di una voce storica del calcio europeo. Non sveliamo il nome, ma vi diamo un indizio: lavora insieme a Beppe Bergomi.

Euro 2020: ecco cosa sapere

Il FantaEuro

Il Gruppo Corriere del Ticino, infine, organizza anche il FantaEuro, la possibilità di creare la propria squadra terminerà oggi, un’ora prima del calcio d’inizio di Turchia-Italia, prevista alle 21. Potete iscrivervi qui, non fatevi scappare i 30 fantastici premi.

Ultime Notizie: Decoder
  • 1
  • 2
  • 3
    Decoder
    Riaprono le terrazze di bar e ristoranti, si potrà tornare in palestra e saranno consentiti eventi culturali con pubblico. Ma quali sono i limiti e le concessioni? Ecco tutto quello che c’è da sapere
    Di MMINO
  • 4
  • 5
    Decoder
    La stampa d’oltralpe è convinta che oggi il Consiglio federale potrebbe annunciare la riapertura delle terrazze. I Cantoni sono già d’accordo, la consultazione potrebbe essere superflua
    Di fsu
  • 6
    Decoder
    Affiggendo i loro volti in ogni angolo del cantone, i politici si espongono anche ai vandalismi. Ma è davvero un male per la campagna? Ne abbiamo parlato con un esperto
    Di Filippo Suessli
  • 7
    Decoder
    Sono altissime le richieste di piantine, anche di specie che non andrebbero ancora interrate. Ma ecco cosa attende gli orticoltori per hobby
    Di fsu
  • 8
    Decoder
    Il Canton Ticino ha deciso la sua strategia per i test di massa, coinvolte le scuole con convitto, le aziende e alcuni istituti. Ecco come funzionerà
    Di fsu
  • 9
    Decoder
    Dal 15 marzo la Confederazione si assume i costi dei test rapidi anche per chi non ha sintomi. Ma quale scegliere? Dove farli e perché farli anche se non si hanno sintomi? Ecco le risposte nel nostro decoder
    Di MMINO/ls
  • 10
    Decoder
    M. a sette anni dal termine dei suoi studi, complici precariato e difficoltà a trovare un impiego, si è trovata con una bolletta di 25’000 franchi da pagare “in pochi giorni” per il suo prestito di studio arretrato. Partendo dalla sua situazione, abbiamo fatto una panoramica sulla questione degli aiuti allo studio nel nostro Cantone, anche nell’ottica delle difficoltà economiche causate dal Covid
    Di Marco Jäggli
  • 1