Lorenzo Bianchi - Cara Coldrerio ti scrivo
Candidato al Municipio e al Consiglio comunale
Redazione
Lorenzo Bianchi - Cara Coldrerio ti scrivo

Ci siamo conosciuti nel 2004 quando il cuore, un po’ per caso o forse per destino, mi ha portato a vivere in paese. Una conoscenza partita da lontano un po’ timidamente, ma che ben presto mi ha fatto capire che era il luogo giusto dove stabilirsi e crescere una famiglia.

Una quindicina di anni che mi ha permesso di entrare sempre più nel territorio e conoscerti sempre meglio. E con più ti conosco con più riesco ad apprezzarti e vedere quanto di buono sai offrire.

Un comune vivo che sa alternare tradizioni ad innovazioni, solidarietà a svago. Un luogo a portata di tutti dai bambini agli anziani.

Prima della pandemia era difficile riuscire a seguire le tante attività che durante l’anno si susseguivano e mantenevano vivo e interessante il comune.

Anche durante questo difficile periodo hai saputo mostrare il tuo volto migliore con tanta solidarietà ed aiuto a tutti i livelli. E sono certo che tutti assieme sapremo superare queste difficoltà per tornare a vivere le emozioni che sai regalare.

In un periodo storico di globalizzazione e di facili cessioni alle sirene di grandi realtà, non si può che apprezzare la tua specificità e la tua difesa quasi gelosa delle tradizioni: dalle sagre paesane alle processioni (che nulla hanno da invidiare a quelle più blasonate) dalle varie associazioni sportive e culturali alle tante forme di volontariato, senza dimenticare i tuoi spazi verdi dove rigenerarsi.

Per questo qualche anno fa mi sono deciso di dedicare un po’ del mio tempo a te ed ai tuoi abitanti sedendo per due legislature nel consiglio comunale. Anche in questo caso sei stato molto generoso accogliendomi come meglio non potevi e coinvolgendomi sempre più. Concedendomi anche l’onore di essere primo cittadino nel 2018/2019.

Ma come sempre fermarsi sugli allori e sui successi ottenuti serve a poco e tu questo l’hai capito. Grazie a persone lungimiranti e con sempre molto entusiasmo e voglia di progredire hai già messo in cantiere sfide che ti porteranno nel futuro ad essere ancora più bello ed accogliente. Non manie di grandezza ma concrete soluzioni per bisogni che cambiano con il tempo. Proprio per questo motivo, forte delle esperienze avute e per cercare di portare uno spirito pragmatico e di collaborazione al di là di ideologie partitiche ed interessi, mi candido ora anche per il municipio per portare il mio piccolo contributo.

E allora cara Coldrerio il mio auspicio è che ci possano sempre essere persone nei vari ambiti (da quello politico a quello sportivo, da quello culturale a quello sociale) pronte a raccogliere le sfide ed i fardelli con l’ambizione di portarti sempre ad essere una piccola realtà ma al passo con i tempi e attenta ai bisogni della sua gente.

Baden Powell diceva: “La felicità è alla portata di tutti, perché, alla fin fine essa consiste nel sapersi accontentare di ciò che si ha e nel fare per gli altri ciò che si può”.

Chiunque può fare qualcosa per te e con l’aiuto di tutti ognuno nella sua specificità e conoscenze possiamo sempre dire di vivere in un comune dove è bello crescere e mettere radici.

Lorenzo Bianchi (Lista 2 – Candidato 2 Municipio/Consiglio comunale)

  • 1