Sacerdote nei guai: è don Samuele Tamagni
Il parroco è stato arrestato e su di lui pende un procedimento penale per reati finanziari compiuti anche ai danni di alcuni famigliari
Redazione
Sacerdote nei guai: è don Samuele Tamagni

Il sacerdote 40enne, cittadino svizzero e residente nel Luganese, che è stato arrestato sarebbe don Samuele Tamagni. A riferirlo è la Rsi, secondo cui le malversazioni ammonterebbero a 100mila franchi. Il parroco su cui pende un procedimento penale è di Cadro e si è costituito venerdì, presentandosi spontaneamente al Ministero pubblico.

Reati ai danni di alcuni famigliari
Gli accertamenti riguardano in particolare una serie di presunti reati finanziari ai danni di alcuni famigliari del 40enne, di una parrocchia (quella presso cui lavorava) e di una nota fondazione di cui faceva parte. Le ipotesi di reato sono quelle di truffa, appropriazione indebita e riciclaggio di denaro. L’inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Daniele Galliano. Successivamente, lo ricordiamo, è stata anche fermata un’altra persona il cui coinvolgimento nei fatti è oggetto di verifiche.

Forse già nel 2019?
Secondo stando quanto riporta Tio il sacerdote avrebbe dei precedenti. Già nel 2019, spiega il portale, il sacerdote si sarebbe avvicinato a un uomo che lo avrebbe “costretto a dilapidare somme importanti e il prete sarebbe stato mandato per un certo periodo, alcuni giorni a settimana, a riflettere in un monastero”.

Diocesi addolorata
La Diocesi di Lugano ha comunicato in una nota stampa che è una vicenda che “sorprende e addolora”. La Curia, inoltre, “garantisce piena collaborazione agli inquirenti”.

  • 1