Ticino
Gambarogno, da domani pompieri da tutto il Ticino
10 mesi fa
Con il cambio di personale si vuole garantire un po’ di riposo ai militi della Capitale, al fronte da ormai otto giorni. Il vento di oggi ha dato nuovo vigore al rogo

Da domani, a dare manforte ai Pompieri di Bellinzona sui monti del Gambarogno ci saranno militi di tutti i Corpi pompieri di montagna e di tutte le Sezioni di montagna dei Corpi pompieri ticinesi. Con questo cambio di squadra si vogliono dare “alcuni giorni di riposo ai numerosi pompieri di montagna della Città di Bellinzona (oltre sessanta i militi impegnati) che sono all’opera oramai da otto giorni”, scrivono i pompieri cittadini nell’aggiornamento pomeridiano sull’evoluzione dell’incendio, che da domenica 30 gennaio divampa sulle alture gambarognesi.

“Il concetto di rinforzo del personale, elaborato dalla Direzione dell’Intervento nel corso del finesettimana, mira a ripartire il carico di lavoro sui diversi Corpi Pompieri senza gravare in modo eccessivo sulla prontezza di intervento e la copertura delle diverse regioni”, viene precisato.

Le fiamme hanno ripreso vigore
Il forte vento delle ultime ore ha dato nuova forza all’incendio: “Diversi focolai si sono riattivati e hanno ripreso vigore, in alcuni casi anche in modo importante”. Il vento ha pure lasciato a terra gli elicotteri impiegati nelle operazioni di spegnimento, sebbene il lavoro dei pompieri non si sia fermato: “I militi impegnati nelle operazioni di spegnimento hanno comunque lavorato senza sosta per tutta la giornata, lavorando con attrezzi e pompe a spalla per proteggere e contenere il possibile sviluppo del fuoco. Complessivamente sono state realizzate linee di difesa tagliafuoco per oltre cinque chilometri e mezzo. Grazie all’ausilio di autobotti è stato anche possibile domare alcuni focolai importanti che si sono sviluppati poche centinaia di metri dalla strada cantonale”.

© Ticinonews.ch - Riproduzione riservata