Chiusura Strada Regina, traffico invariato
Il tanto temuto aumento di traffico ai due valichi a seguito della chiusura di un tratto della statale Regina del Lario non c’è stato
di daco
Chiusura Strada Regina, traffico invariato
© CdT/Gabriele Putzu

Sembra non esserci stato il paventato aumento di traffico sulle strade di Gandria e della Val Mara causato dalla chiusura della strada statale 340 Regina sul Lario. Lunedì, infatti, un tratto della strada della sponda ovest del lago lombardo è stata completamente chiuso al traffico per la durata di quattro mesi a causa di un cantiere. A Ticinonews, il segretario della Regio Insubrica Francesco Quattrini aveva dichiarato: “Sul corto temine i flussi di traffico verranno deviati su altre strade: una parte verrà probabilmente deviata su Chiasso Brogeda, nella Val d’Intelvi (che poco si presta per il traffico normale di auto) e sul valico di Gandria-Porlezza. Nessuna di queste opzioni rappresenta però una soluzione ideale. Saranno quattro mesi di maggiori disagi rispetto alla situazione attuale”.

5’000 veicoli “fantasma”
Nella sua edizione odierna, il Corriere del Ticino riferisce però che i 5’000 veicoli in più ai valichi di Gandria e Valmara stimati da uno studio del Politecnico di Milano non si sono visti. La situazione è stata monitorata dal Cantone e anche dalla Polizia comunale di Lugano, che ha solo notato qualche passaggio in più da Gandria di veicoli commerciali.

  • 1