Calcio
Sesta vittoria di fila per un Lugano sempre più vicino alla vetta
Samuele Quadri
19 giorni fa
Il Lugano supera anche il Basilea e inanella la sesta vittoria consecutiva. I bianconeri ora sono a -2 dal secondo posto.

Lugano – Basilea 2-0 (1-0): 43’ Hajdari (L), 69’ Steffen (L)

Formazioni

Lugano: Saipi, Mai, Espinoza, Hajdari, Cimignani (Aliseda), Sabbatini, Macek (Nkama), Doumbia, Steffen, Mahou (Marques), Celar (Przybylko).

Basilea: Salvi, Rüegg, Schmid (Vouilloz), van Breemen, Frei, Däger (Beney), Xhaka, Kade, Kacuri, Augustin, Malone (Kayombo).

Primo tempo

All’8’ un brutto scontro tra Espinoza e Schmid preoccupa lo staff renano, ma il terzino si rialza dopo il colpo alla testa. Al 16’ Celar insacca dopo un’illuminante verticalizzazione di Sabbatini, ma il direttore di gara annulla tempestivamente per posizione irregolare. Tre minuti più tardi Il Lugano va nuovamente vicino alla rete del vantaggio: sugli sviluppi di un calcio d’angolo la sfera arriva sui piedi di Mai, ma il difensore tedesco spara fuori da ottima posizione. Al 25’ Macek mette al centro un pallone che non viene sfruttato da Cimignani in volée. Al 30’ il Basilea si presenta per la prima volta dalle parti di Saipi, ma Augustin chiude troppo la conclusione e il portiere bianconero blocca con facilità. Al 38’ Steffen salta con un cambio di direzione Kade e dalla destra effettua un traversone per Macek: il ceco appoggia a lato. Al 43’ i bianconeri sbloccano il confronto; Steffen mette dalla bandierina una palla con il contagiri e Hajdari svetta con il tempismo giusto per l’1-0.

Secondo tempo

Nella prima parte di seconda frazione il Lugano controlla il minimo vantaggio su un Basilea poco incisivo. Al 66’ Doumbia, da ultimo uomo, perde con leggerezza un pallone, ma l’arbitro fischia il fallo di Beney: il Lugano si salva. Un minuto più tardi ci prova Kade dalla lunga distanza, ma Saipi blocca in due tempi. Passano pochi secondi e gli uomini di Croci-Torti raddoppiano: Steffen raccoglie uno spiovente dal limite dell’area e al volo supera Salvi con un tiro di pregevole fattura. Al 76’ Celar scappa in contropiede e serve la corrente Steffen sulla destra; l’attaccante rossocrociata prende la mira e scarica poco sopra la traversa. Dopo 4 minuti di recupero l'arbitro decreta la fine della partita. Il Lugano non si ferma più e infila la sesta vittoria consecutiva. La vetta, in attesa delle partite di Young Boys e Servette, dista ora solo 3 punti. 

I tag di questo articolo