Gran Consiglio
Via libera allo svincolo autostradale di Sigirino
©Gabriele Putzu
©Gabriele Putzu
Redazione
6 mesi fa
Nelle intenzioni del Parlamento, la nuova infrastruttura dovrebbe sgravare l'uscita di Lugano Nord e la valle del Vedeggio.

Lo svincolo di Sigirino sarà realtà. Questo pomeriggio il Gran Consiglio ha approvato il credito netto di poco più di 15,2 milioni e l'autorizzazione alla spesa di circa 26,2 milioni quale contributo cantonale all'opera. L'80% dei costi della nuova infrastruttura sarà a carico del Cantone, il restante 20% della Confederazione.

Sgravare Lugano Nord

I favorevoli in Parlamento sono stati 57, i contrari 24. Con il nuovo svincolo, che potrebbe vedere la luce nel 2027, il Consiglio di Stato intende sgravare "il nodo di Lugano nord, riducendo le componenti di traffico da e per la Capriasca, dai comuni di Gravesano, Bedano, Taverne-Torricella, Lamone, Cadempino, Monteceneri e, in parte, anche di Manno e Mezzovico". Secondo quanto scrive il Governo nel suo messaggio, "ciò dovrebbe apportare benefici sostanziali allo svincolo esistente di Lugano nord, riducendo il rischio d’incolonnamenti negli orari di punta, anche in vista dell’aumento del traffico generalizzato secondo il trend attuale".

Permanente

L'opera prevede di sfruttare lo svincolo provvisorio già esistente e utilizzato in passato dagli utenti del cantiere AlpTransit del Ceneri, rendendolo permanente e aperto a tutti.