Ticino
Una vita al servizio dei poveri e dei diseredati
Foto d’archivio CdT
Foto d’archivio CdT
un anno fa
Gianna Bernasconi si è spenta domenica. Dopo una vita dedicata ai poveri di Madras i funerali si terranno domani

Si è spenta domenica Gianna Bernasconi di Riva San Vitale, dopo una vita dedicata ai poveri di Madras, in India. A ricordarla è Carlo Tosi, presidente dell’Associazione amici di padre Mantovani. Ma non solo, i colleghi di Teleticino hanno raggiunto la sorella Carla Garobbio e raccolto le parole di Giovanni Pedrazzini, dell’associazione Amici di Padre Mantovani.

Nata nel 1937 a Riva San Vitale, con una formazione di infermiera a 30 anni partì per la grande missione umanitaria fondata da Padre Mantovani fra gli slum di Madras (ora Chennai) nel sud dell’India. Aiutò moltissime famiglie nell’avvio di piccole attività e si dedicò in seguito anima e corpo a Udavum Karangal (Mani tese) una grande ONG di assistenza e rieducazione fondata da un assistente sociale indù che si ispirava a madre Teresa. Gianna donava alle centinaia di ospiti, disabili mentali e fisici di ogni età e tipo, neonati e bambini abbandonati, la sua grande umanità ed esperienza. I funerali si terranno domani alle 9.30 a Riva.

© Ticinonews.ch - Riproduzione riservata