“Un piano di vaccinazione per i docenti”
Il sindacato OCST chiede al Consiglio di Stato di tutelare la salute dei docenti dopo gli inasprimenti decisi a livello federale e la presenza delle nuove varianti del virus
di ls
“Un piano di vaccinazione per i docenti”

Il sindacato OCST-docenti chiede “nuove misure per una nuova situazione” dopo aver preso atto del diffondersi della nuova variante inglese del coronavirus, “più contagiosa anche presso le fasce giovanili”, così come della decisione del Consiglio federale di inasprire i provvedimenti nazionali. Per ora la scuola rimane in presenza, ma per tutelare la salute dei docenti, “che saranno progressivamente più esposti al rischio di contagio sul posto di lavoro”, così come per continuare a garantire l’accudimento degli allievi e a qualità dell’insegnamento, il sindacato avanza alcune richieste al Consiglio di Stato.

Le richieste del sindacato

In primo luogo si chiede di annullare o quantomeno ridurre “allo stretto indispensabile” i colloqui in presenza tra genitori e allievi, in particolare in occasione della consegna delle pagelle semestrali nelle scuole elementari, che sta avvenendo in questi giorni, sostituendoli con colloqui online. Inoltre si chiede una maggiore attenzione alla disposizione dei banchi nelle scuole comunali e, più in generale, al movimento degli allievi nei momenti liberi da lezione (ricreazione, spostamenti negli spazi scolastici,...). Infine il sindacato chiede al Consiglio di Stato di allestire “un piano di vaccinazione dei docenti di ogni settore scolastico”, a partire dai soggetti più a rischio, così come di predisporre la possibilità per gli insegnanti di sottoporsi a test rapidi secondo precise modalità. Questo per evitare che le scuole diventino “un focolaio di diffusione del contagio virale esteso ad allievi e adulti”.

  • 1