Terza corsia, lo svincolo di Melano il più “idoneo”
È quanto scaturito dalla fase di affinamento del progetto PoLuMe, i cui risultati sono stati presentati negli scorsi giorni da USTRA alla Commissione di accompagnamento politico
di ls
Terza corsia, lo svincolo di Melano il più “idoneo”
Immagine Ustra

“Le ulteriori verifiche effettuate hanno permesso di confermare la necessità di realizzare un nuovo svincolo tra Mendrisio e Lugano sud e di confermare la posizione di Melano come la più idonea ed efficace”. È quanto sottolinea l’USTRA al termine della fase di affinamento del progetto generale sul potenziamento dell’autostrada da Lugano a Mendrisio (PoLuMe) mediante l’utilizzo dinamico della corsia di emergenza. Proprio negli scorsi giorni si è di nuovo riunita la Commissione di accompagnamento politico del progetto (PoLuMe), di cui fanno parte, oltre all’Ustra, i rappresentanti del Cantone, delle Commissioni regionali dei trasporti del Mendrisio e del Luganese, nonché i Comuni direttamente toccati dal progetto. Scopo dell’incontro è stato proprio quello di informare sulle prese di posizione degli enti coinvolti, discutere sugli approfondimenti richiesti e sui miglioramenti apportati da Ustra, nonché chiarire il successivo iter di approvazione del progetto.

Lo svincolo di Melano l’opzione migliore
Delle principali richieste di approfondimento scaturite dalla consultazione cantonale della scorsa primavera, USTRA ha in particolare analizzato e presentato quelle depositate dal Consiglio di Stato ticinese. Ma nel progetto generale rifinito da Ustra sono state integrate anche “le osservazione inoltrate dalle Commissioni regionali dei trasporti e dai Comuni durante la consultazione cantonale”, precisa l’ente federale. Come detto, lo svincolo di Melano è risultato essere il più idoneo. “Senza tale svincolo”, sottolinea l’Ustra, “l’evoluzione del traffico all’orizzonte 2040 porterebbe infatti un importante aumento di passaggi di veicoli lungo la strada cantonale di tutti i comuni coinvolti, specialmente nel comune di Melano”.

Le migliorie al progetto
Sono tuttavia state individuate delle soluzioni che permettono “un suo miglior inserimento paesaggistico”, precisa l’Ufficio federale. Questo grazie alla “parziale copertura delle rampe e della rotonda nella zona di interscambio con la strada cantonale”. Inoltre, i piani presentati hanno “dimostrato che il progetto PoLuMe permette, in una fase successiva, di spostare in galleria anche il tracciato da Melano nord a Mendrisio”.

I prossimi passi
Il Consiglio di Stato ha espresso un parere positivo sulle migliorie apportate al progetto PoLuMe durante la fase di affinamento e ha dato il suo sostegno alla continuazione della procedura di approvazione. Dopo l’incontro con la Commissione, a breve sarà quindi avviata la consultazione degli Uffici federali. Se tutto procederà secondo i piani, il Consiglio federale dovrebbe poter approvare il progetto generale verso la fine del 2022. Nel frattempo l’Ustra si è dichiarata disponibile per approfondire alcune osservazioni più puntuali durante degli incontri bilaterali con i Comuni coinvolti, mentre ulteriori aspetti potranno essere meglio sviluppati nelle successive fasi di elaborazione del progetto.

  • 1