Strade letali per la fauna, si richiede l’aiuto di Ustra
I municipi di Mendrisio e Stabio chiedono a Ustra e Uft di ripristinare e riparare le reti esistenti e la creazione di corridoi faunistici
di MMINO
Strade letali per la fauna, si richiede l’aiuto di Ustra

La superstrada e la linea ferroviaria Ferrovia Mendrisio-Varese(FMV) dividono la zona agricola da una zona boschiva e umida dove è presente il riale Laveggio. Questi ostacoli infrastrutturali non permettono alla fauna di spostarsi per procurarsi cibo, trovare riparo, colonizzare nuovi territori e riposarsi.

I Municipi di Mendrisio e Stabio sono confrontati con una crescente letalità della piccola fauna nell’attraversamento della superstrada A394 in territorio di Mendrisio – Genestrerio e Stabio. “La recinzione, in particolare quella più bassa, è rotta in diversi punti e permette quindi alla piccola fauna di attraversare la superstrada. Non sono inoltre presenti corridoi faunistici che consentono agli animali di muoversi con più sicurezza per soddisfare i propri bisogni vitali”, spiegano in una nota.

La realizzazione della nuova linea ferroviaria FMV ha oltretutto “peggiorato una situazione precaria già esistente”, sottolineano. Gli Esecutivi di Mendrisio e Stabio hanno chiesto all’USTRA e all’UFT quale prima misura di ripristinare e riparare le reti esistenti, secondariamente di allestire un concetto che possa permettere alla piccola fauna di meglio individuare un sottopasso già esistente, successivamente di allestire un progetto per la realizzazione di corridoi faunistici.

  • 1