Stabio interviene per gestire le antenne di telefonia
Le domande di costruzioni per la posa di nuovi impianti sono state sospese
Redazione
Stabio interviene per gestire le antenne di telefonia
Stabio interviene per gestire le antenne di telefonia

Il Municipio di Stabio ha deciso di istituire una zona di pianificazione per la posa d’impianti per la telefonia mobile. Questo strumento pianificatorio permetterà al Comune "di salvaguardare l’uso del territorio in attesa che venga allestita la variante di PR per meglio disciplinare le condizioni per l’ubicazione e la costruzione delle antenne per la telefonia mobile".

Le domande di costruzioni per la posa di nuove antenne sono state sospese fino a quando l’adozione della nuova variante di PR sarà terminata. "Se le stesse saranno in contrasto con gli obbiettivi e i contenuti della nuova regolamentazione, il Municipio deciderà negativamente".

"L’ordinamento stabilito a livello federale dalla legge federale sulla protezione dell’ambiente e l’ordinanza sulla protezione delle radiazioni non ionizzanti è esaustiva, cosicché non rimane alcuno spazio per normative di diritto cantonale e comunale volte alla protezione della salute e della popolazione" spiega l'Esecutivo di Stabio.

La variante di PR permetterà unicamente di stabilire le zone dove le antenne dovranno essere prioritariamente posate, tenendo ben presente le zone particolarmente sensibili, all’interno delle quali la posa di antenne dovrà essere evitata.

Il Municipio sottolinea di comprendere "da una parte il desiderio della cittadinanza di essere meglio tutelata nei confronti del proliferarsi di antenne di telefonia mobile, come pure la crescente necessità verso una comunicazione sempre più veloce e che permetta l’accesso a nuovi servizi tecnologici". All’interno di questi due bisogni, il il comune sottolinea che cercherà "di trovare una soluzione equilibrata nei limiti giuridici stabiliti a livello cantonale e federale".