Sostanzialmente rispettato il salario minimo
Nel 3% delle aziende controllate sono state riscontrate delle infrazioni
di sca
Sostanzialmente rispettato il salario minimo
Immagine CdT/Chiara Zucchetti

La legge sul salario minimo viene rispettata. Su 1'600 aziende controllate solo nel 3% dei casi è stata riscontrata un’infrazione. È quanto emerge primi controlli dell’Ufficio dell’ispettorato del lavoro.

Dall’entrata in vigore della legge sul salario minimo, si legge nel comunicato ella Commissione tripartita, i servizi della Divisione dell’economia hanno svolto un intenso e capillare lavoro di formazione e informazione, in collaborazione con la camera di commercio e le principali associazioni di categoria, con l’obiettivo di facilitare le aziende nell’applicazione della nuova legge.

Una strategia ad hoc
Nel corso dell’autunno dello scorso anno, in vista dell’applicazione del salario minimo a partire da dicembre 2021, la Commissione ha elaborato e approvato una nuova strategia di controllo del mercato del lavoro. Lo scopo? Verificare il rispetto della legge sul salario minimo e constatare l’eventuale presenza di dumping salariale settoriale, ma anche verificare il rispetto dei normali contratti di lavoro.

I controlli
Le verifiche vengono svolte a campione in tutti i settori economici, si legge nella nota stampa. Laddove si ritiene che il comparto sia più sensibile o che i salari siano più bassi i controlli sono maggiori. Fondamentali, in questo senso, sono le segnalazioni, alle quali viene puntualmente dato seguito.

Le infrazioni
In 7 casi la sanzione ha superato i duemila franchi (la multa è calcolata in base alla differenza tra il salario dovuto in base alla legge e a quello effettivamente versato). Sulle 50 infrazioni riscontrate oltre una trentina riguardano datori di lavoro oggetto di segnalazioni puntuali.

  • 1