“Sempre più povertà in Ticino”
Tavolino Magico a Cadenazzo ha sempre più beneficiari: oltre 2mila nel 2020. Tra i progetti l’apertura di nuovi centri di distribuzione
di Teleticino/MMINO
“Sempre più povertà in Ticino”
Foto d’archivio

La pandemia di Covid-19 si è abbattuta con violenza anche su Tavolino Magico. In primavera è stato introdotto un nuovo piano di protezione in risposta alla nuova situazione, al fine di mantenere il più possibile l’attività di recupero e distribuzione di generi alimentari. L’associazione ha sviluppato in modo rapido piani di protezione conformi all’emergenza causata dalla pandemia. E questo per tutti; dalla direzione nazionale ai magazzini logistici regionali, ma anche per i 134 centri di distribuzione alimentare gestiti dai nostri volontari.

Tavolino Magico in Ticino: più beneficiari
Malgrado il periodo di chiusura forzata, di qualche settimana durante la prima ondata di primavera, Tavolino Magico lo scorso anno ha potuto distribuire nella Svizzera italiana 511 tonnellate di cibo di ottima qualità (erano 600t nel 2019). I beneficiari sono saliti a 2’016 (erano 1’800 nel 2019). Ogni settimana si recano in uno dei 14 centri di distribuzione per ricevere soprattutto cibo fresco che il team della piattaforma logistica di Cadenazzo (una cinquantina di persone, soprattutto di programmi occupazionali) ha salvato dalla distruzione. Tutto questo grazie al lavoro di 300 volontari.

“La povertà e la precarietà stanno crescendo in Ticino e in Svizzera e per questo Tavolino Magico sta lavorando per aprire nuovi centri di distribuzione e speriamo di aprirne a breve uno nuovo in Ticino”, ha spiegato Simonetta Caratti portavoce del Tavolino Magico ai colleghi di Teleticino.

Le restrizioni causate dal coronavirus lasciano il segno
Le difficili condizioni avvertite un po’ ovunque hanno portato a vari adeguamenti anche nell’industria alimentare e nel commercio al dettaglio. Ad esempio, l’aumento del lavoro da casa in homeoffice ha portato a un aumento dei consumi domestici. Le restrizioni causate dal coronavirus si sono ripercosse anche sulle donazioni di prodotti a Tavolino Magico. Per la prima volta da oltre 20 anni, l’associazione non è riuscita ad aumentare il volume di alimenti recuperati rispetto all’anno precedente. Sono state raccolte complessivamente 4’008 tonnellate di derrate, con un calo del circa 11% rispetto al 2019, di cui 800 tonnellate in meno solo durante il lockdown. Gli alimenti recuperati sono stati distribuiti ogni settimana a oltre 20’000 persone, molte delle quali erano ancora più in difficoltà del solito a causa della pandemia.

Il reportage di Teleticino sul Tavolino Magico

Loading the player...
  • 1