Santa Chiara, possibili licenziamenti
La struttura sanitaria privata è confrontata con problemi finanziari e la nuova direzione ha convocato i dipendenti per annunciare che nelle prossime settimane bisognerà prendere decisioni difficili
Redazione
Santa Chiara, possibili licenziamenti

Possibili tagli presso la Clinica Santa Chiara. La struttura sanitaria privata, confrontata con grossi problemi finanziari, ha convocato settimanata scorsa i dipendenti, circa 250, a cui è stato comunicato che bisognerà prendere decisioni difficili nelle prossime settimane. A fare l’annuncio, di cui riferisce il portale Tio, i nuovi vertici della struttura (la Clinica Moncucco di Lugano). In particolare si è parlato di “sacrifici” per riequilibrare le finanze. Nel 2020 il deficit della clinica ammontava a circa 2,5 milioni e anche quest’anno le prospettive non sono rosee, con un milione di deficit registrato già a giugno. Già in quel periodo si è trovato a fatica un accordo per pagare i salari ai dipendenti della struttura.

Sullo sfondo delle difficoltà finanziarie, prosegue inoltre il contenzioso tra la nuova direzione e quella vecchia della clinica (a cui si è affiancata anche il gruppo privato Swiss Medical Network) che concerne il passaggio di proprietà. Gli ex vertici della Santa Chiara e Swiss Medical contestano in particolare il passaggio del capitale azionario. La vicenda approderà in pretura in ottobre.

  • 1