Rapina in via Bossi, si cercano testimoni
Le cinque persone arrestate sono ritenute responsabili di un altro episodio. La polizia invita eventuali ulteriori vittime a farsi avanti
di ls
Rapina in via Bossi, si cercano testimoni

La polizia cerca testimoni in relazione alla rapina avvenuta la sera del 28 agosto in via Bossi a Lugano, per cui sono scattate le manette a cinque persone. Un 29enne, due 18enni, una 27enne e una 17enne, ricordiamo, avevano minacciato due giovani, facendosi consegnare del denaro. Dopo gli accertamenti della polizia, è venuto alla luce un secondo episodio, avvenuto lo stesso giorno, ai danni di due minorenni, costretti con la forza a consegnare del denaro contante nell’area del quartiere Maghetti. Le principali imputazioni promosse a vario titolo e a seconda dei ruoli dal Sostituto Procuratore generale Nicola Respini sono quelle di rapina, contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti, entrata e soggiorno illegale.

Alla luce degli ultimi sviluppi dell’inchiesta, non si esclude ora che ulteriori rapine possano essere state commesse dagli imputati. Per questo motivo le autorità invitano eventuali vittime che non hanno ancora sporto denuncia (anche per casi tentati e fortunatamente non riusciti) a contattare la Polizia cantonale allo 0848 25 55 55.

  • 1