Pozze nella pista, “una figuraccia per la città”
Il consigliere comunale Marco Tela (Plr) auspica un nuovo intervento per risolvere la questione del campo di Inline a Capolago. “Ho chiesto al Municipio come intende agire e in quali tempi”
di Teleticino/T.S.
Pozze nella pista, “una figuraccia per la città”

La superficie pavimentata della pista Inline di Capolago è diventata un caso. I capitomboli ormai non si contano più, basta una piccola pozza d’acqua e i giocatori finiscono gambe all’aria. La stabilità sui pattini è insomma a rischio e la situazione è decisamente imbarazzante. “Come Città di Mendrisio facciamo veramente una figuraccia ad avere una pista piena di pozze d’acqua, specialmente quando ci sono gare del campionato ticinese da svolgere”, spiega ai microfoni di Ticinonews il consigliere comunale liberale Marco Tela. “In queste prime giornate di pioggia, dopo il periodo di siccità, si è scoperto che in molte zone della pavimentazione si formano delle pozze d’acqua, che sono molto pericolose: specialmente i giovani e i bambini che praticano il gioco dell’hockey rischiano cadute e quindi infortuni”.

L’interpellanza al Municipio
Della pista dei Capolago Flyers si parla anche sui social, e lo stesso Marco Tela ha inoltrato un’interpellanza per fare chiarezza, auspicando, da parte del Comune, nuovi interventi sulla superficie. “L’interpellanza verte su alcuni aspetti. Il primo è per capire se è stato eseguito un collaudo delle opere, perché erano stati stanziati dei fondi per l’allestimento della pavimentazione in modo definitivo. In secondo luogo, ho chiesto al Municipio come intende ovviare a questa situazione pericolosa e in quali tempi intende farlo”.

Resina invece dell’asfalto
Nel quartiere di Mendrisio situato sulle rive del Ceresio, sono molti i giovani che praticano l’hockey Inline. Motivo per cui una struttura adeguata è più che mai necessaria. “Abbiamo vissuto due weekend consecutivi dove le partite sono cominciate, ma sono state interrotte praticamente dalle prime gocce di pioggia. Il problema di questo fondo è che appena si bagna diventa impraticabile”, afferma Mattia Pedetti, presidente dei Capolago Flyers. Il Comune l’anno scorso “ha fatto dei lavori di rinnovo, che hanno riguardato l’intero impianto di illuminazione, mentre noi come società abbiamo rinnovato tutte le panchine, sia quelle dei giocatori sia quelle dei penalizzati”. Sono state fatte delle migliorie anche per quanto riguarda la parte ristoro. “Il lavoro che invece ha subito degli intoppi è stato quello relativo al restauro del campo. Noi ci aspettavamo un restauro in asfalto, invece ci siamo ritrovati con la resina”. Quando è stata posata “abbiamo subito notato che con l’acqua avremmo avuto molti problemi a pattinare”, termina Pedetti.

Loading the player...
  • 1