Poro Tisin, “la manifestazione era autorizzata?”
Roberto Pellegrini (UDF) pone una serie di domande all’Esecutivo di Mendrisio, in particolare sulla presenza di un municipale all’evento e perché la Polizia non è intervenuta quando il corteo si è spostato davanti alla Plastifil
Redazione
Poro Tisin, “la manifestazione era autorizzata?”

Una sfilza di domande sono state inoltrate al Municipio di Mendrisio sulla manifestazione “Poro Tisin”, organizzata ieri dai sindacati Ocst e Unia al mercato coperto per protestare contro l’utilizzo della clausola del CCL per aggirare il salario minimo. A inoltrare l’atto parlamentare Roberto Pellegrini, consigliere comunale UDF a Mendrisio e membro del Comitato direttivo di UDF Ticino.

Pellegrini vuole in particolare sapere se la manifestazione era autorizzata al mercato coperto e in caso affermativo, come mai è arrivata fino in Piazza Roncaa, davanti all’azienda Plastifil: “C’era il permesso del Municipio? Se no, perché non è intervenuto nessuno? Ci sono state segnalazioni da abitanti della zona?”

Domande vengono poste anche sulla presenza di un municipale alla manifestazione: “Cosa ne pensa l’Esecutivo della presenza di un membro del proprio consesso indipendentemente dal fatto che avrebbe potuto esser lì in altra veste e indipendentemente dall’autorizzazione? Si distanzia? Ritiene che questo sia un modo di lavorare serio e rispettoso dei cittadini? Non ritiene di dover rimanere imparziale?” Infine Pellegrini chiede come mai è stato appeso uno striscione su una proprietà privata e perché la polizia non è intervenuta.

  • 1