Ponte Capriasca contro il compostaggio
Il Municipio del comune contesta l’intenzione del Cantone di creare un sito di compostaggio sovracomunale che si troverà in parte sul suo territorio
Redazione
Ponte Capriasca contro il compostaggio
Foto CdT

Il Cantone intende creare un compostaggio di valenza sovracomunale a cavallo dei comuni di Taverne-Torricella e Ponte Capriasca, quest’ultimo comune però non ci sta. Con un comunicato stampa, il Municipio esprime la propria “profonda perplessità” sul progetto che dovrà essere avallato dal Gran Consiglio.

Il nuovo sito di compostaggio, si legge, “potrebbe portare a molti svantaggi e disturbi per la popolazione (già evidenziati in fase di consultazione) quali l’aumento del traffico, una possibile diminuzione del valore del terreno, l’inquinamento rumoroso e non da ultimo un aumento importante dei cattivi odori. Quest’ultimo in particolare sarebbe di grave nocumento per un Comune a vocazione abitativa quale Ponte Capriasca”. Contro il compostaggio, infatti, nel comune sono state anche raccolte oltre 1’000 firme e il Municipio è tassativo: “Qualora tale opera dovesse venire realizzata, dovrà trovarsi interamente al chiuso”.

Un’opinione che l’esecutivo di Ponte Capriasca ha già sottoposto alla Commissione ambiente, territorio ed energia del Gran Consiglio, così come a tutti i deputati.

  • 1