“Il Municipio si accanisce contro la libertà di stampa”
Tuto Rossi accusa il Comune di aver minacciato le vie giudiziarie contro le giornaliste responsabili di un servizio sulla Casa anziani di Sementina
Redazione
“Il Municipio si accanisce contro la libertà di stampa”
Foto CdT/Reguzzi

Tuto Rossi torna sulla questione della Casa anziani di Sementina, criticata per l’alto numero di decessi rilevato durante la prima ondata, e lo fa con un interpellanza. Secondo il consigliere comunale di Bellinzona infatti il Municipio avrebbe ingiustamente minacciato di adire alle vie legali contro due giornaliste RSI responsabili di un servizio sulla vicenda: “Durante il mese di giugno la RSI sia per radio che al quotidiano”, scrive Rossi, “ha pubblicato un servizio che denunciava la strage di anziani avvenuta al Centro anziani di Sementina. Strage tenuta nascosta dal Municipio che ancora a fine aprile, alla domanda del 9 marzo del Consigliere comunale UDC Tuto Rossi sulla possibile penetrazione del cornavirus nelle case anziani rispondeva laconicamente di avere rispettato le direttive”. “Davanti a quell’ottimo e coraggioso servizio giornalistico”, continua Rossi, “il Municipio si è ribellato minacciando le vie giudiziarie e disciplinari e accusando nientemeno le giornaliste di violazione del principio costituzionale della dignità umana”.

Secondo Rossi, “che il servizio giornalistico fosse opportuno serio e centrato, lo dimostra l’inchiesta del Ministero pubblico che evidentemente non si sarebbe mosso se si fossero rispettate le direttive, come arrogantemente risposto dal Municipio”. “Oltretutto”, conclude, “secondo la costante giurisprudenza del Tribunale federale, il compito della stampa in una società democratica è proprio quello di controllare il potere e di denunciare gli abusi”.

Per questi motivi Tuto Rossi chiede al Municipio della Città di Bellinzona

1. Alla luce dell’imputazione della direttrice sanitaria Elena Mosconi Monighetti e del Direttore generale Silvano Morisoli, il Municipio non ritiene di doversi scusare con la RSI e con le coraggiose giornaliste che hanno denunciato la strage di residenti alla Casa anziani di Sementina?
2. Cosa ha intrapreso il Municipio dopo questo servizio della RSI? Ha proceduto con atti giudiziari? Con una denuncia al Consiglio della stampa? Con telefonate di protesta alla RSI? Oppure con cosa d’altro?
3. Il Municipio sa che secondo l’altro Tribunale federale, il compito della stampa in una società democratica è proprio quello di controllare l’attività del potere statale, mettendo in luce abusi e insabbiamenti?
4. Non crede il Municipio di avere assunto un comportamento antidemocratico e anticostituzionale rivoltandosi contro dei giornalisti che non hanno fatto altro che il loro mestiere?

  • 1