“Più trasporto pubblico con i privati”
Un’interpellanza suggerisce di subappaltare alle aziende private un rafforzamento dei trasporti pubblici di responsabilità cantonale
Redazione
“Più trasporto pubblico con i privati”

Non smette di far discutere la questione mezzi pubblici. Sono troppo affollati e urge trovare soluzioni. Tra Bellinzona e Biasca, per esempio, da alcuni giorni Autopostale ha inserito dei mezzi aggiuntivi nei momenti di maggior afflusso. Ma le segnalazioni di difficoltà nelle ore di punta giungono da tutto il Cantone. Per questo i deputati Ppd Claudio Isabella e Fabio Battaglioni hanno firmato un’interpellanza al Consiglio di Stato.

La questione è semplice: i bus sono troppo affollati, le aziende private non hanno lavoro. Si subappalti alcune corse aggiuntive a chi ha dei torpedoni fermi. “Siamo consapevoli che tale impostazione comporterebbe un aumento dei costi per l’ente pubblico. In compenso si potrebbero conseguire dei risparmi, sempre in ambito di finanze pubbliche, in materia di indennità per il lavoro ridotto, dando inoltre la possibilità ad alcune aziende private di operare. In questo modo, tenendo conto della grave situazione in cui versano alcune agenzie di trasporto, si potrebbe preservare anche qualche posto di lavoro”.

Ecco le domande al Consiglio di Stato dei due granconsiglieri:

1) Come valuta il Lodevole Consiglio di Stato la situazione sui mezzi pubblici, in particolare quelli di competenza cantonale, relativa all’eccessiva concentrazione di persone?
2) Visto che parte del trasporto pubblico è di competenza federale, intende il Governo ticinese coinvolgere altri Cantoni per “fare squadra” chiedendo al Consiglio Federale di applicare misure atte a ridurre la concentrazione di persone sui mezzi pubblici di loro competenza?
3) È intenzione del Lodevole Consiglio di Stato aumentare i trasporti pubblici nelle ore di maggior affollamento come si è deciso di operare per la tratta Biasca-Bellinzona via Preonzo? Se sì, cosa intende fare e quali altre tratte intende rafforzare?
4) In caso contrario, per quali motivi il Lodevole Consiglio di Stato non reputa necessario intervenire anche in tale ambito alfine di diminuire i contatti? Il Lodevole Consiglio di Stato non ritiene opportuno adottare, in ogni caso, misure mirate volte a limitare l’affluenza sui mezzi pubblici?
5) Nel caso in cui si decidesse di aumentare il numero di trasporti durante le ore di affollamento, intende il Lodevole Consiglio di Stato far capo ad aziende private di trasporto? In alternativa come intende agire?
6) Per cercare di decongestionare il trasporto mattutino, dal 23 di novembre fino alle vacanze di Natale, il Consiglio di Stato ha deciso di posticipare l’orario d’inizio delle lezioni nelle scuole medie superiori. Per quale motivo dopo le vacanze l’orario d’inizio delle lezioni è ritornato ad essere quello ordinario? Come valuta il Governo ticinese questa misura?

  • 1