Parco Saroli, “Sparati proiettili di gomma”
La Polizia comunale conferma l’accaduto: “Necessario per ripristinare la sicurezza degli agenti”. I partecipanti: “Hanno dato via a una guerriglia urbana”
di Frabbe
Parco Saroli, “Sparati proiettili di gomma”
Parco Saroli, “Sparati proiettili di gomma”

La festa illegale che ha avuto luogo venerdì sera al Parco Saroli di Lugano è terminata con spari di proiettili di gomma e l‘uso di spray urticante da parte delle forze dell’ordine della Città. È quanto ha confermato il Comandante della Polizia Roberto Torrente al Corriere del Ticino.

L’intervento di diversi agenti verso l’una e mezza di notte per disperdere un centinaio di giovani è stato criticato sui social da alcuni partecipanti, i quali sostengono che la Polizia non avrebbe agito in base al principio di proporzionalità, che la festa si stava ormai concludendo, e che l’atteggiamento dei giovani non era violento. “Dopo due frasi scambiate con chi aveva già finito di riprodurre suoni e stava spostando il materiale e pulendo lo spazio - si legge in un post - gli agenti si sono lasciati intimorire da un paio di frasi levatesi qua e là tra la folla e in uno scatto di violenza improvvisa hanno dato il via ad un vero e proprio momento di guerriglia urbana”.

Torrente ha precisato al CdT che l’intervento della Polizia con il gas e i proiettili di gomma è avvenuto “per difendere gli agenti e garantire la loro sicurezza ripristinando le distanze con il gruppo di giovani presenti, non c’era alcun intento di ferire”.

Loading the player...
  • 1