Massagno riduce il moltiplicatore al 77%
Con tale riduzione di 3 punti percentuali del moltiplicatore, si prevede un disavanzo di gestione corrente di 742'363 franchi
Redazione
Massagno riduce il moltiplicatore al 77%
Massagno riduce il moltiplicatore al 77%

Durante la seduta del 16 dicembre, il Consiglio comunale ha approvato il Preventivo e fissato il moltiplicatore d’imposta per l’anno 2020. A tal proposito la discussione in Consiglio comunale si è concentrata su 3 rapporti emanati dalla commissione della gestione: quello di maggioranza che condivideva interamente il messaggio municipale e la proposta dell’Esecutivo di ridurre il moltiplicatore d’imposta al 77%, quello di minoranza del Consigliere Fabio Nicoli (PLRT) che, rispetto al messaggio municipale, proponeva di abbassare ulteriormente il moltiplicatore al 75% e quello di minoranza di Rosario Talarico e Domenico Lungo (PS I Verdi) che invece bocciava la proposta municipale e chiedeva di mantenere il moltiplicatore invariato all’80%.

A fronte di tali posizioni il Legislativo comunale ha approvato il messaggio municipale accompagnante il Preventivo 2020 con 21 voti favorevoli e 4 contrari (PS I Verdi), mentre la riduzione del moltiplicatore d’imposta al 77% ha incontrato l’adesione di 17 Consiglieri comunali, con 5 contrari e 3 astenuti. Con tale riduzione di 3 punti percentuali del moltiplicatore, si prevede un disavanzo di gestione corrente di 742'363 franchi. Gli investimenti netti previsti si attestano invece a 7'140'975 franchi e saranno interamente finanziati dalla liquidità del Comune, con un capitale proprio che raggiunge i 10 milioni di franchi. Questi in sostanza gli elementi salienti previsti dal Preventivo che darà avvio, di fatto, al prossimo quadriennio.

Nel corso della seduta è inoltre stata concessa all’unanimità l’attinenza comunale a 10 cittadine/i ed è stata adottata, così come in altri Comuni del nostro Cantone, la “Dichiarazione dell’emergenza climatica: una presa di coscienza urgente e risoluta per l’ambiente, la giustizia sociale e la salute”.

In conclusione il Sindaco ha risposto all’interpellanza dell’arch. Ugo Früh (PLRT) inerente alla situazione del progetto di ristrutturazione del Cinema Lux, Salone Cosmo e adiacenze esterne, confermando gli emendamenti decisi dal Consiglio comunale in sede di approvazione del messaggio (avvenuta qualche mese fa), il confermato rispetto del credito di 2.6 milioni di franchi a disposizione e il presumibile inizio dei lavori nel corso della fine estate inizio autunno 2020.