Lugano-Agno: E-Aviation ritira le 13 disdette
Sono rientrati i licenziamenti previsti per fine novembre. La E-Aviation continuerà ad effettuare i suoi servizi fino a fine contratto
Redazione

Sono salvi, per ora, i 13 posti di lavoro a rischio all'aeroporto di Lugano-Agno. La E-Aviation, con decisione comunicata in data odierna, ha infatti ritirato le 13 disdette cautelative inviate ai propri dipendenti, con validità per fine novembre. I licenziamenti erano stati annunciati, ricordiamo, a causa di una situazione finanziaria resasi insostenibile per la società, che nel corso di quest'anno avrebbe già perso 180'000 franchi. Ciò a causa di un contratto siglato ai tempi con la Lugano Airport, che non garantirebbe remunerazioni sufficienti per i servizi offerti dalla E-Aviation.

Ma, come precisa l'avvocato della E-Aviation in una nota, la società ha deciso di continuare comunque ad onorare il contratto sino alla scadenza determinata, ossia il 31 luglio 2014, per evitare ripercussioni date da una disdetta anticipata, disagi all'utenza e una perdita d'immagine dell'aeroporto nell'ambito del servizio all'aviazione privata.

La E-Aviation chiede inoltre di poter continuare anche dopo la scadenza di contratto i suoi servizi di catering agli aerei, di pulizia interna degli aerei dell'aviazione generale e la supervisione degli aerei, servizi che sono già ora di pertinenza esclusiva di E-Aviation.