"Luci italiane (e inefficienti) a Lugano Airport?"
Jermini e Rossi chiedono di fare luce sul nuovo sistema di illuminazione. "Disturba la torre di controllo"
Redazione

Presunte irregolarità e inefficienze del nuovo sistema di illuminazione del piazzale di sosta dei velivoli all'aeroporto di Lugano-Agno sono al centro di un'interpellanza inoltrata da Marco Jermini (PS) e Peter Rossi (PLR) all'Esecutivo luganese.

I due consiglieri comunali chiedono in particolare se è vero che l'illuminazione viene criticata dagli operatori della torre di controllo, che ne risultano abbagliati, e se è vero che la sua distribuzione non è omogenea.

Inoltre Jermini e Rossi vogliono sapere dal Municipio di Lugano se è vero che i lavori in questione sono stati voluti dalla direzione di Lugano Airport nonostante non fossero strettamente necessari ed eseguiti da una ditta italiana che aveva già operato allo scalo di Firenze, dove lavorava l'attuale direttore dell'aeroporto di Agno. Una ditta che, aggiungono Jermini e Rossi, risulta fallita e quindi non potrà rispondere per eventuali risarcimenti.