La guida ai ponti del 2022
Dopo un anno avaro di festività in settimana, per i lavoratori il 2022 si preannuncia più frizzante. Ecco cosa sapere per prendere le vacanze giuste
di fsu
La guida ai ponti del 2022
Immagine Shutterstock

Non è un segreto, il 2021 non è stato pessimo solo per la pandemia. I dodici mesi appena trascorsi sono stati una mezza fregatura anche per le festività. Primo d’agosto di domenica, Assunzione (o Ferragosto) pure. Natale, Capodanno e Primo maggio di sabato. A parte qualche weekend lungo e un paio di ponti a giugno, anche i gran maestri del piano vacante sono rimasti a bocca asciutta. Beh, la notizia è che il 2022 offre tutt’altra prospettiva.

Ben cinque ponti
Se il Primo maggio, disgraziato, cade di domenica, a cambiar la storia sono le possibilità di ponte, ben cinque: sono l’Epifania (6 gennaio, giovedì), l’Ascensione (26 maggio, giovedì), il Corpus domini (16 giugno, giovedì), Ognissanti (1 novembre, martedì) e l’Immacolata (8 dicembre, giovedì). Insomma, con un solo giorno rubato alla scorta di ferie si può anche pensare a un viaggetto, ma non è finita qui.

E cinque weekend lunghi
Anche meglio dei ponti, infatti, sono i fine settimana lunghi, quasi mai devi litigarteli con i colleghi. Ecco quindi che il fine settimana straborderà come tutti gli anni il Lunedì di Pasqua (18 aprile) e quello di Pentecoste (6 giugno), ma anche il Primo agosto (lunedì) e il 15 (lunedì), per concludere con Santo Stefano che è anche lui un lunedì. Poco male, quindi, che Natale cada di domenica.

Pochi sprechi
Insomma, il destino delle feste ha regalato pochissimi sprechi quest’anno. Del Primo maggio abbiamo detto, resta San Giuseppe che cade di sabato, molti quindi sarebbero comunque stati liberi. L’unico orfanello a metà settimana è San Pietro e Paolo, che cadrà mercoledì 29 giugno, qualcosa faremo anche di lui.

  • 1