Ticino
Incendio ad Avegno, arrestato un 20enne del Locarnese
Rescue Media
Rescue Media
14 giorni fa
La principale ipotesi di reato nei suoi confronti è quella di incendio intenzionale. Si tratterebbe del figlio minore della donna uccisa ad aprile nella stessa casa in cui ha avuto luogo il rogo.

Un 20enne cittadino svizzero residente nel Locarnese è stato individuato, interrogato e arrestato in merito all'incendio avvenuto ieri in un'abitazione ad Avegno. La casa interessata è la stessa in cui nell'aprile del 2022 si consumò un fatto di sangue e, stando a nostre informazioni, il giovane sospettato di aver appiccato il rogo sarebbe il figlio minore della donna uccisa nell'abitazione. La principale ipotesi di reato nei suoi confronti è quella di incendio intenzionale. 

L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Zaccaria Akbas. Gli accertamenti per ricostruire l'esatta dinamica del rogo proseguono. Nell'incendio, scoppiato ieri poco dopo le 11.30, non si sono verificati feriti. Ingenti per contro i danni all'abitazione. Sul posto, oltre ad agenti della Polizia cantonale e, in supporto, delle Polizie comunali di Locarno Muralto, Losone ed Intercomunale del Piano, sono intervenuti i militi del Corpo pompieri di Locarno, che hanno provveduto a domare le fiamme.