“In vent’anni mai vista una situazione simile”
Il livello dei laghi è in continua discesa a causa della siccità e preoccupa i pescatori. La speranza viene riposta nelle precipitazioni previste per i prossimi giorni
di Teleticino/sca
“In vent’anni mai vista una situazione simile”
Immagine Maffi

“Dato che il lago si è abbassato tanto, come non l'ho mai visto, ho dovuto mettere una scaletta per salire sulla barca, altrimenti il salto è troppo alto”. Sono le parole di René Gabarell, presidente del Consorzio pescatori con Reti lago Ceresio, rilasciate a Ticinonews. Un’affermazione che fa ben capire qual è la situazione sul lago di Lugano, ma non solo. “È impressionante come è basso, mai vista una cosa del genere”, ha affermato Gabarell. Il livello dei laghi in Ticino è sempre più basso e questo causa non pochi problemi a chi vive di pesca. La causa è da ricercare nella mancanza di piogge, già assenti nel periodo invernale, e nelle temperature elevate di queste settimane.

“Mai vista una situazione simile in vent’anni”
“Il lago basso”, spiega Gabarell, “ha obbligato alcuni colleghi a non poter uscire a pesca perché le darsene erano in secca e quindi le barche non potevano prendere il largo”. “Professionalmente faccio il pescatore da una ventina di anni e non ho mai visto una situazione simile”, racconta il presidente del Consorzio pescatori con Reti lago Ceresio. “Ho visto qualche abbassamento voluto sulla Tresa per dare acqua a Locarno, ma niente di simile alla situazione attuale”. “Oggi c’è anche un problema per il riciclo dell’acqua -continua- e di conseguenza per alcuni pesci lacustri. Il Lucioperca, ad esempio, è latitante e non so dove sia andato, magari si è spostato più in profondità”. “Ieri”, ha ancora spiegato Gabarell, “abbiamo misurato la temperatura dell’acqua ed era di 28°C, caldissima! Di solito queste temperature le registriamo a fine luglio”.

Loading the player...
  • 1