In Ticino si rubano meno telefonini
Nel nostro cantone i furti di cellulari sono al livello più basso in Svizzera, negli ultimi dieci anni solo una persona ogni 357 ha denunciato la sottrazione
di fsu
In Ticino si rubano meno telefonini
Immagine Shutterstock

Se vi chiedessero di scegliere in quale cantone abbandonereste con più tranquillità il telefonino sul tavolo del bar per andare in bagno, rispondete “in Ticino!”. A sud delle Alpi, infatti, si registra il numero minore in Svizzera di furti di cellulari. A rivelarlo è uno studio dell’assicurazione Axa che ha analizzato le denunce di furto dal 2012 a oggi. Solo lo 0,28% delle persone assicurate in Ticino ha denunciato un furto, si tratta di una persona ogni 357.

Attenti a Ginevra, Basilea e Berna

Tutt’altra musica suona a Ginevra, dove quasi un assicurato su venti negli ultimi dieci anni si è visto rubare il telefonino (4,32%). Seguono Basilea Città (3,19%), Berna (2,98%) e Basilea Campagna (2,68%). I cantoni dove si rischia meno, oltre al Ticino, sono Grigioni (0,29%) e Turgovia (0,35%).

Il furto è nel weekend

Il momento in cui è più probabile farsi rubare il cellulare, spiega Axa, è durante i finesettima estivi. I mesi peggiori sono infatti luglio e agosto e la frequenza di furti nel weekend è doppia rispetto alla settimana lavorativa. Il motivo è molto semplice: le occasioni più comode per i ladri sono i momenti aggregativi all’aperto: “In estate e durante il fine settimana la gente trascorre più tempo all’aperto e si svolgono svariate manifestazioni. Queste premesse offrono ai ladri maggiori opportunità di agire», spiega Thomas Bischof, responsabile del Center of Competence Sinistri Assicurazioni cose presso AXA.

Il rallentamento della pandemia

A confermare il modus operandi del ladri, poi, sono i dati della pandemia. Con l’annullamento di manifestazioni e momenti aggregativi, nel 2020 e nel 2021 i furti di cellulari sono calati drasticamente, salvo poi mostrare nuovamente segni di ripartenza.

  • 1