Sopraceneri
In arrivo forti nevicate per il weekend: allerta di grado 3
Redazione
24 giorni fa
È valida dalla mezzanotte di venerdì fino alla mezzanotte di domenica per gran parte del Sopraceneri e alcune zone del Grigioni italiano.

MeteoSvizzera ha diramato un’allerta di grado 3 per forti nevicate per le regioni di Alta Valmaggia, Alto e Basso Moesano, Blenio, Bregaglia, Leventina, Locarnese, Riviera e Verzasca. È valida dalle mezzanotte di venerdì fino alla mezzanotte di domenica. La fase più intensa dell’evento sarà tra le ore 6 di venerdì e le 6 di sabato.

Possibili conseguenze e raccomandazioni

L’allerta è valida sopra i 1’200 m s.l.m. Come possibili conseguenze si cita la limitazione del traffico stradale, ferroviario e aereo. Le strade possono diventare sdrucciolevoli a causa della neve sul manto stradale. Prima e durante un viaggio in automobile, la raccomandazione è di informarsi sulle condizioni stradali e la viabilità (ascoltare la radio, chiamare il 163), e attenersi alle informazioni dei servizi di manutenzione stradale invernale. Non solo: l’utenza è invitata a consultare regolarmente il bollettino delle valanghe e le informazioni complementari dell'Istituto per lo studio della neve e delle valanghe.

I quantitativi attesi

Gli accumuli previsti sono di 10-30 cm sopra i 1'400 m s.l.m., 25-30 cm sopra i 1'600 m s.l.m. e 40-90 cm sopra i 2'000 m s.l.m. Il limite delle nevicate è 1'200-1'600 m (in calo).

Non mancheranno forti piogge

MeteoSvizzera ha anche diramato un'allerta di grado 2 per forti piogge, valida tra la mezzanotte di venerdì e il mezzogiorno di domenica, che interessa le regioni di Basso Moesano, Bellinzonese, Locarnese, Luganese, Mendrisiotto, Riviera e Verzasca. La popolazione viene resa attenta che se il suolo è già fradicio, il livello di ruscelli e torrenti può aumentare. In casi eccezionali, si possono anche verificare allagamenti locali, ad esempio in sottopassaggi, autorimesse sotterranee o cantine. Le raccomandazioni di comportamento sono di non sostare in prossimità di ruscelli, torrenti o fiumi, e neppure vicino a pendii ripidi. Si invita inoltre a prestare attenzione a eventuali avvisi di piena dell'UFAM. Gli accumuli previsti sono tra gli 80 e i 140 mm.

I tag di questo articolo