Il Ticino piange Marco Borradori
Tutto il Ticino è in lutto. La Città di Lugano piange il suo sindaco messaggi di cordoglio dal mondo politico, ma non solo. Il Consiglio di Stato: “Abbiamo sperato fino all’ultimo”
di MMINO
Il Ticino piange Marco Borradori
Foto Ticinonews
Il Ticino piange Marco Borradori
Il Ticino piange Marco Borradori
Il Ticino piange Marco Borradori
Il Ticino piange Marco Borradori
Il Ticino piange Marco Borradori
Il Ticino piange Marco Borradori

Tutto il Ticino è in lutto. Si scrive oggi una brutta e triste pagina della storia del nostro Cantone che piange il sindaco di Lugano. Marco Borradori si è spento a 62 anni dopo un arresto cardiaco mentre faceva jogging a Vezia. Dal mondo politico, a quello sportivo, tutti in questi minuti stanno scrivendo parole di raccoglimento per il sindaco. Anche sui social i messaggi per il Sindaco sono tantissimi, tutti con grande emozione ricordano il grande uomo e politico generoso, sorridente e sempre disponibile che è stato per la politica ticinese un protagonista indiscusso per trent’anni.

“Abbiamo sperato fino all’ultimo”
Il Consiglio di Stato ha preso atto con sgomento della prematura scomparsa del sindaco di Lugano Marco Borradori, già Consigliere di Stato e Consigliere nazionale. Il Consiglio di Stato, interpretando il sentimento della comunità ticinese, “esprime incredulità e sgomento davanti alla notizia della scomparsa del sindaco di Lugano Marco Borradori”. In queste ultime ore il Governo ha seguito gli sviluppi della situazione, “sperando sino all’ultimo in un esito positivo”. “La morte di Borradori ci ricorda quanto siamo effimeri”, ha commentato il presidente del Consiglio di Stato.

Loading the player...

Anche il Gran Consiglio esprime le condoglianze
Il Gran Consiglio della Repubblica e Cantone Ticino ha appreso con grande cordoglio la notizia della prematura e improvvisa scomparsa dell’avvocato Marco Borradori, Sindaco della Città di Lugano e già Consigliere nazionale e Consigliere di Stato, “nonché suo interlocutore di lunga data”.

Giorgetti esprime cordoglio per morte sindaco Lugano
“La morte del sindaco di Lugano, Marco Borradori, mi ha addolorato e colpito molto. Sebbene i percorsi siano stati diversi, lui in Ticino, io in Lombardia, la nostra storia politica si è intrecciata e confrontata spesso. Lo ricorderò sempre con affetto, per l’amore che aveva verso il suo popolo, per la sua correttezza, competenza e garbo, qualità rare negli uomini politici”. Così il ministro italiano dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti sulla scomparsa del sindaco di Lugano.

“Ciao Marco!”
Il Presidente dell’Autorità di Bacino del Ceresio, Piano e Ghirla, Massimo Mastromarino, ha appreso con dolore e commozione la notizia della morte di Marco Borradori, amministratore capace e amico dell’Ente, con il quale ha sempre collaborato per finalità comuni e per il raggiungimento di ottimi risultati per lo sviluppo economico, sociale e politico dei nostri territori. “Il mio pensiero va alla famiglia alla quale mi stringo in un commosso abbraccio. La perdita di Marco è qualcosa di inspiegabile e, ancora oggi, rimango incredulo perché è stato un uomo di grande valore e con un altissimo senso civico. Per l’Autorità di Bacino, ora come sindaco della città di Lugano e, prima ancora, quando sedeva nel Consiglio di Stato, è stato un interlocutore attento, sostenitore di sinergie comuni che hanno portato al raggiungimento di ottimi risultati con effetti di crescita sull’economia del territorio. Marco Borradori è stato un grande politico, un uomo di innata eleganza e di grande senso civico. Lo ricordo con grande affetto e, a nome di tutto l’Ente desidero esprimere anche a nome del direttivo le mie più profonde condoglianze”.

Ps: “Siamo costernati”
La sezione del PS di Lugano e la sua Municipale “sono costernati e si stringono attorno a famiglia e amici per esprimere loro cordoglio e vicinanza per la prematura scomparsa di Marco”. Il Sindaco Marco Borradori è stato “uomo protagonista della politica ticinese degli ultimi 30 anni, che ricordiamo come persona gentile, disponibile e corretta”, spiegano.

“Marco lascia un grande vuoto”
Anche Luigi Pedrazzini, già consigliere di Stato è intervenuto in diretta a Teleticino per ricordare il sindaco Marco Borradori. “Ricorderò la sua grande capacità a creare consenso nei progetti più difficili, ma ricorderò anche la sua grande gentilezza che lo ha fatto amare da tutti i ticinesi”.

Loading the player...

“È un momento molto difficile”
“C’è un momento in cui passano i ricordi degli ultimi”, ha raccontato commosso Roberto Badaracco. “Marco era una persona eccezionale, riusciva a mettere tutte le cose sul lato positivo. Io ho imparato tanto dal suo modo di confrontarsi anche coi problemi difficili, è un esempio di persona che terrò per sempre nel mio cuore”. Oggi il Municipio si è riunito per la prima volta senza il sindaco, “consapevoli che non l’avremmo più visto”, ha spiegato. “Il nostro pensiero sarà rivolto sempre a Marco”.

Loading the player...

“La sua famiglia era la gente”
“È da ieri che siamo col fiato sospeso e oggi è arrivata la notizia che da tempo temevamo”, racconta Paolo Beltraminelli, già consigliere di Stato. “Marco non aveva una sua famiglia, la famiglia era la gente. Era cordiale con tutti e sembrava che tutti fossero suoi parenti”, ha aggiunto. “Vorrei ricordarlo col suo sorriso, cercava di far andare d’accordo tutti”.

Loading the player...

“Una persona generosa e a servizio della comunità”
Il Vescovo di Lugano Valerio Lazzeri e i Vescovi emeriti, Pier Giacomo Grampa ed Ernesto Togni, a nome della Diocesi di Lugano, desiderano manifestare il loro profondo dolore per l’improvvisa e prematura scomparsa del Sindaco di Lugano Marco Borradori e si uniscono al lutto dell’intera popolazione di Lugano e del Cantone. Nell’esprimere il loro cordoglio ai familiari, agli amici e ai colleghi - scrivono in una nota - “assicurano la loro preghiera e il loro ricordo riconoscente, memori di una persona che ha speso con generosità le sue energie e i suoi talenti, a servizio della comunità civile, nella cura delle relazioni personali e nell’attenzione alle molteplici realtà presenti sul territorio. La sua cordialità sincera e il suo impegno di presenza pubblica possano continuare a ispirare e a sostenere il cammino dell’intera collettività”.

La Chiesa evangelica: “Una persona di dialogo”
Anche la Chiesa evangelica riformata nel Ticino (CERT) piange la scomparsa di Marco Borradori. “Il nostro amico e il nostro sindaco”, così lo ha chiamato il pastore Daniele Campoli, della Chiesa evangelica riformata nel Sottoceneri. Un uomo, ha proseguito Campoli, che “ha mostrato sempre un sincero affetto e uno spirito di amicizia verso la nostra comunità e tra i suoi innumerevoli impegni ha trovato sempre del tempo per essere presente e intervenire alle nostre manifestazioni”, ha aggiunto il pastore di Lugano. Recentemente, il sindaco Borradori era intervenuto all’inaugurazione del restaurato tempio evangelico di Viale Cattaneo a Lugano (vedi foto, di Paolo Tognina). “Abbiamo trovato in lui una persona di dialogo”, ha sottolineato anche il pastore Giuseppe La Torre, della Chiesa evangelica riformata nel Sottoceneri, responsabile del Forum svizzero per il Dialogo interreligioso e interculturale, ricordando la partecipazione di Marco Borradori a diverse iniziative volte a rafforzare la tolleranza e il rispetto tra persone appartenenti a diverse comunità di fede.

Il Ticino piange Marco Borradori

“Un uomo dal grande senso civico e sempre rispettoso”
Anche la Comunità islamica del Canton Ticino e la biblioteca islamica di Chiasso “si stringono intorno a famigliari, amici e cittadini nel lutto per la scomparsa di Marco Borradori”. Un uomo - scrivono - “dal grande senso civico, sempre disponibile, sorridente e rispettoso. Un’istituzione che lascia un grande vuoto nel nostro Cantone e nella sua Lugano”.

“Una persona gentile e disponibile”
Con enorme tristezza e sgomento la sezione del PLR di Lugano, i suoi Municipali e il gruppo in Consiglio comunale esprimono il loro cordoglio e si stringono attorno alla famiglia e ai cari del Sindaco Marco Borradori. “La signorilità, gentilezza e disponibilità che hanno contraddistinto la sua persona e la sua carriera hanno segnato profondamente la vita politica e istituzionale del nostro Cantone e della nostra Città degli ultimi trent’anni. La sua dedizione e vicinanza alla popolazione, così come la sua apertura al dialogo, al confronto e alla coesione rimarranno nella memoria di tutti i ticinesi e, in particolare, dei luganesi”.

“Abbiamo perso un amico”
“Purtroppo la tua voglia di vivere, l’amore dei tuoi famigliari e i “Forza Marco” risuonati nei cuori di tantissimi ticinesi non sono bastati. Se la vita e la morte, come abbiamo dovuto tutti riapprendere in questo periodo segnato da una subdola pandemia, rimangono un mistero, una certezza è stata ed è la nostra lunga amicizia”, queste le parole della sezione Ppd e Gg di Lugano giunte dopo la notizia della morte di Marco Borradori. “Oggi ci hai lasciati. Ma rimangono il tuo sorriso spontaneo, il tuo saluto gioviale, la tua proverbiale disponibilità. E rimangono le opere che, quale Consigliere di Stato prima e Sindaco di Lugano poi, sei riuscito a realizzare o a incanalare verso la loro realizzazione. Il Ticino, e Lugano in particolare, te ne saranno sempre grati”. “Oggi siamo tristi perché abbiamo perso un amico e un punto di riferimento. Non siamo sempre stati d’accordo: ed è un bene poiché le differenze aiutano a crescere e a migliorarsi. Però siamo sempre stati leali. Ed è ciò che alla fine più conta”, aggiungono. Anche il PPD Ticino esprime il proprio cordoglio per la morte di Borradori. Il Presidente Fiorenzo Dadò, i vicepresidenti Giorgio Fonio e Marco Passalia, il capogruppo Maurizio Agustoni a nome dell’Ufficio presidenziale, unitamente al Gruppo parlamentare e alla famiglia popolare democratica - si legge in una nota - “esprimono le proprie condoglianze ai familiari e agli amici più stretti dell’onorevole Sindaco Marco Borradori”. “Sempre disponibile e vicino alla popolazione, Borradori - in qualità di Consigliere nazionale e Consigliere di Stato prima e di Sindaco di Lugano poi - si è sempre mostrato presente alla vita della propria comunità”.

Cordoglio anche da Bellinzona
Il Municipio di Bellinzona ha appreso - si legge in una nota - “con sentimenti di incredulità e tristezza della scomparsa prematura e inattesa del Sindaco di Lugano Marco Borradori ed esprime ai familiari le più sentite condoglianze e ai colleghi del Municipio di Lugano vicinanza in questo momento difficile”. Il Municipio - spiega - “ricorda con riconoscenza la figura di Marco Borradori come Consigliere di Stato, con il quale Bellinzona ha sempre potuto avere un rapporto improntato alla massima disponibilità e collaborazione, ma anche come Sindaco di Lugano, nell’ambito dei rapporti costruttivi che, anche grazie alla sua figura trainante, si sono instaurati tra le Città di Lugano, Locarno, Mendrisio, Chiasso e Bellinzona”.

Mendrisio: “Un partner istituzionale molto apprezzato”
Anche la Città di Mendrisio ha preso atto “con profonda tristezza” della scomparsa del Sindaco di Lugano. “Marco Borradori, con i suoi modi sempre affabili e cortesi in qualsiasi circostanza, è stato un partner istituzionale molto apprezzato”, sottolinea l’Esecutivo. “Pronto sempre all’ascolto e alla mediazione, era un convinto sostenitore dei rapporti tra le Città del Cantone. Lo aveva ribadito anche di recente nell’incontro che si era tenuto a Mendrisio lo scorso 20 novembre 2020”. Il Municipio momò esprime vicinanza alla famiglia, alla popolazione tutta di Lugano, all’amministrazione, ai colleghi e alle colleghe dell’Esecutivo di Lugano, “chiamati ad assumersi innumerevoli compiti istituzionali in un momento difficile e carico di tristezza”.

“Politico tenace e aperto al dialogo”
Anche “I Verdi del Ticino” esprimono il proprio cordoglio per la dipartita prematura e inaspettata del sindaco di Lugano, Marco Borradori. “Abbiamo conosciuto Marco come politico tenace, ma sempre cordiale e aperto al dialogo. Sia come capo dipartimento del Territorio che come sindaco, è stato avversario di molte battaglie. La sua pacatezza e affabilità ha sempre permesso un sano confronto di opinioni, del quale vive la democrazia. Al fratello, ai parenti e amici come a tutti quelli che gli hanno voluto bene, vanno i nostri pensieri solidali”, scrivono.

L’HCL: “Lo ricorderemo sorridente”
“Con l’animo triste per una scomparsa troppo prematura, il Consiglio d’Amministrazione, i dirigenti, i giocatori, i collaboratori e l’intera famiglia dell’Hockey Club Lugano si stringono con affetto attorno ai familiari di Marco Borradori cui porgono le più sentite condoglianze”, scrive in una nota l’HCL. “La sua energia, il suo entusiasmo contagioso, il suo calore umano e la sua empatia nel dialogare e ascoltare le persone di ogni ceto e formazione sono stati il suo segno distintivo e lo hanno reso uno tra i politici più amati e popolari della storia del Canton Ticino”, aggiungono . L’HCL - conclude - lo ricoderà “cordiale, sorridente, innamorato della vita, ma anche spirito libero e indipendente, tenace e determinato nel perseguire i suoi obiettivi, mettendoci anche la faccia”.

Lorenzo: “Ciao Marco, grazie per tutto quello che hai fatto”
Su Twitter, anche il campione di MotoGp Jorge Lorenzo, residente a Lugano, ha espresso il suo cordoglio per la scomparsa del sindaco, pubblicando una foto scattata insieme in un’occasione ufficiale: “Ciao Marco, grazie per tutto quello che hai fatto per la nostra amata citta di Lugano. Grande sindaco e grande persona. Riposa in pace”.

StraLugano: “Una gara dedicata a Marco”
“Ci lascia un grande Sindaco, ma soprattutto un grande uomo”, così scrivono in un comunicato la StraLugano. “Marco ci ha accompagnato con il suo sorriso e la sua positività in tanti anni di corse sviluppando un magnifico rapporto di amicizia. Un vuoto incolmabile per noi e la Città che ricorderemo anche nei prossimi anni con una gara dedicata al suo nome”.

Il Ticino piange Marco Borradori
  • 1