Ticino
Il maltempo non risparmia i campeggi, vuoti fino al 70%
Redazione
12 giorni fa
Inizio di stagione magro per i camping ticinesi. Numerose le cancellazioni e molto poche le prenotazioni dell’ultimo minuto. Simone Patelli: “L’occupazione va dal 15-20% al 45%”.

Anche se in questo periodo pasquale le code al portale nord del San Gottardo non sono mancate, a mancare invece sono i campeggiatori, non solo a sud del cantone ma in tutta la regione. Il presidente dell’Associazione campeggi ticinesi, Simone Patelli, intervistato da Ticinonews: “La situazione è nettamente al di sotto di quella che era la Pasqua del 2023. Avevamo la paura che una Pasqua bassa poteva avere delle insidie e sono arrivate”.

Una partenza lenta

Non si può dire certo che questa Pasqua bagnata sia fortunata per i proprietari dei campeggi che, cadendo bassa, ha reso magro l’inizio di stagione: “A seconda dei campeggi - precisa Patelli - si parla di un -70% fino a un -45%, quindi con un’occupazione attuale che va dal 15-20% a un massimo del 45%”.

"L'anno scorso eravamo al 90% di occupazione"

Tra chi ha una percentuale di occupazione decisamente bassa, soprattutto se paragonata allo scorso anno, è il camping Monte Generoso. Il manager Lucas Escardò: “Al momento l’occupazione è al 30-40% e l’anno scorso potevamo dire che eravamo al 90% soprattutto il sabato, la domenica e il lunedì di Pasqua”.

Favorite le case mobili

Un po’ diversa, ma non troppo, la situazione a nord del Ceneri al Campofelice Camping Village di Tenero grazie alla differenziazione delle strutture, ci dice il direttore Simone Patelli: “Nelle case mobili l’occupazione è più alta con gente che ha comunque deciso di venire affrontando il meteo negativo, mentre per quanto riguarda le roulotte e i caravan l’occupazione è abbastanza bassa con un 35-40%”.

Aspettando il sole

Poche dunque le prenotazioni, molte le cancellazioni sul territorio e decisamente assenti quelle fatte all’ultimo momento quasi avessero accolto l’invito a non recarsi in Ticino acclamato dalla stampa d’Oltralpe. E anche chi ha una roulotte fissa per tutta la stagione non ne ha approfittato. Il sole, quasi beffardo, dovrebbe tornare a splendere a partire da martedì dando così speranza al settore che ha cominciato in salita la stagione.