Ticino
“Il Lungolago è un cantiere permanente?”
Negli scorsi mesi vi è stato il taglio degli alberi di fronte ai palazzi Gargantini. CdT/Gabriele Putzu
Negli scorsi mesi vi è stato il taglio degli alberi di fronte ai palazzi Gargantini. CdT/Gabriele Putzu
2 anni fa
Interrogazione a Lugano sui frequenti e numerosi lavori sulla strada che costeggia il Ceresio

Chi ci passa lo sa, sul Lungolago di Lugano i lavori sono frequenti. A mostrarlo con più evidenza, in un’interrogazione al Municipio dei consiglieri comunali Ppd Lorenzo Beretta Piccoli, Benedetta Bianchetti, Federica Colombo Mattei e Marco Ferretti, che hanno elencato alcuni degli interventi maggiori degli ultimi anni:

- Nel 2016 il Municipio decide di installare a titolo sperimentale un passaggio pedonale semaforico in riva Vela di fronte a Palazzo Civico. Nel 2017 viene deciso di renderlo definitivo. All’alba del 2021 il semaforo è presente ancora in modalità provvisoria con cavi elettrici svolazzanti e contrappesi da cantiere.
- A giugno del 2020 il Municipio annuncia di voler introdurre, sempre a titolo sperimentale, il limite di 30 km/h sul lungolago: un’ottima iniziativa che condividiamo nelle sue finalità e prospettive; ma non certamente nella forma in cui è stata realizzata con molto poca attenzione e cura al luogo pregiato in cui è stata inserita: cartelli sostenuti da assi rosso e bianchi da cantiere ed illuminati da lampade da cantiere lampeggianti, tra l’altro ben poco visibili. A novembre la misura è stata resa definitiva, ma la segnaletica è sempre la medesima: provvisoria, inadeguata alla bellezza del luogo.
- Anche nell’ambito dell’azione di sensibilizzazione dei ciclisti a non circolare sui marciapiedi è stata posata un’apposita segnaletica provvisoria: a distanza di mesi pure essa fa ancora bella mostra di sé (si fa per dire...) sul lungolago.
- Con una perlomeno infelice scelta del momento in cui iniziare il cantiere (poco prima delle vacanze autunnali di diversi Cantoni svizzeri...), il tratto di quai di fronte ai palazzi Gargantini è stato chiuso, sono state rimosse tutte le piante e sono stati posati dei nuovi invasi: che però dovranno rimanere desolatamente vuoti ancora per mesi in attesa del periodo più idoneo alla piantumazione dei nuovi alberi. C’è da augurarsi che almeno i grossi tubi neri posti in bella vista in superfice possano essere rimossi quanto prima.
- Dopo un periodo di prova durato le sole quattro domeniche di luglio, il Municipio ha deciso di non più riproporre la chiusura domenicale del lungolago, adducendo quale causa del poco successo dell’iniziativa il gran caldo che avrebbe scoraggiato l’utenza. L’Esecutivo si riprometteva però di riproporre l’esperimento in autunno, quando le temperature sono più favorevoli. Ora siamo in inverno e di chiusure domenicali non se ne sono purtroppo più viste: peccato, avrebbero tra l’altro anche favorito il mantenimento delle distanze tra le persone.

“L’impressione”, scrivono gli interroganti, “è che a Lugano il lungolago abbia da tempo perso buona parte della sua brillantezza e purtroppo non s’intravvede all’orizzonte un cambiamento di rotta. Segnaletica da cantiere, lampade intermittenti e semafori provvisori hanno infatti messo le radici sul quai di Lugano divenendo una costante provvisoriamente permanente”.

Ecco le loro domance:

- Quando è prevista la sostituzione definitiva dell’impianto semaforico provvisorio davanti a Palazzo Civico? - Quando verrà implementata la segnaletica definitiva inerente il limite di 30 km/h sul lungolago?
-Cosa intende fare il Municipio con la segnaletica provvisoria di divieto d’accesso ai ciclisti sul lungolago? Vuole renderla definitiva? Se sì, con quali tempistiche?
- Quando verranno piantumate le nuove piante nel tratto davanti ai palazzi Gargantini? Non si potevano sincronizzare i tempi di realizzazione delle opere così da evitare di lasciare per così tanto tempo quel tratto di lungolago senza alberi?
- Il Municipio ha intenzione di voler riproporre le chiusure domenicali del lungolago? Se sì, quando?
- Sapendo che sono in corso i mandati di studio paralleli per il lungolago e il centro Città, quali tempistiche sono previste per l’adozione del nuovo masterplan e quali sono gli interventi che il Municipio intende realizzare sul lungolago in attesa che tale masterplan venga approvato dal Consiglio comunale?

© Ticinonews.ch - Riproduzione riservata