Politica
I Verdi liberali lanciano la campagna per le comunali
©Fiorenzo Maffi
©Fiorenzo Maffi
Redazione
2 mesi fa
Durante l'assemblea i membri hanno anche discusso dei temi in votazione il prossimo 3 marzo.

"Nuova Energia – Vota Verde Liberale". Questo lo slogan dei Verdi Liberali per le elezioni comunali di aprile. Il partito, riunitosi oggi in assemblea, ha dato ufficialmente il via alla campagna elettorale. "Attualmente stiamo attraversando una fase di espansione e -allo stesso tempo- siamo costantemente impegnati nell'adattare e affinare i nostri meccanismi", ha affermato Stefano Dias, presidente cantonale, citato nella nota. "In queste elezioni comunali, intendiamo accogliere con attenzione le critiche costruttive emerse dopo le precedenti elezioni federali e avvicinarci agli elettori per comprendere appieno le loro preoccupazioni e priorità. La nostra politica continua a essere guidata dal pragmatismo, con un chiaro orientamento verso il progresso sociale, economico e ambientale”.

I candidati

Nel corso dell'assemblea sono stati presentati anche i candidati che saranno in lista in 17 comuni ticinesi. Gli obiettivi, viene spiegato nel comunicato, "sono quelli di confermare  il maggior numero possibile dei propri rappresentanti nei vari comuni ticinesi, da Gordola a Chiasso, passando per Mendrisio, Minusio, Paradiso, Castel San Pietro e Cadempino, e di aggiungerne altri". Tre i macrotemi al centro della campagna: transizione energetica e mobilità; economia locale, innovazione e digitalizzazione; la crisi e il costo della vita.

I candidati ai vari esecutivi

Alessandro Migliosi, Chiasso
Georgia Ghidoni, Val Mara
Sara Beretta-Piccoli, Lugano
Claude Birrer, Aranno
Paolo Kaehr, Minusio
Martin Markovic, Minusio
Emanuele Mobiglia, Minusio 

E quelli nei vari legislativi

Fabrizio Marcon, Balerna
Giacomo Galli, Castel San Pietro
Alessandro Migliosi, Chiasso
Evelyne Battaglia-Richi, Mendrisio
Giovanna Calderari, Mendrisio
Georgia Ghidoni, Val Mara
Leandro De Angelis, Paradiso
Stefano Dias, Massagno
Milton Barella, Massagno
Sara Beretta-Piccoli, Lugano
Mirco De Savelli, Lugano
Massimo Bartolini, Lugano
Aaron Bartolini, Lugano
Claudio Boer, Lugano
Riccardo Maiolo, Lugano
Stefano Avanzano-Barbieri, Lugano
Riccardo Vosti, Lugano
Mattia Vosti, Lugano
Ivana Riva, Cadempino
Jean Claude Luvini, Savosa
Aldo Giovi, Capriasca
Ulysse Beltrami, Caslano
Claude Birrer, Aranno
Ruth Wunderlin-Messmer, Gordola
Urs Wunderlin, Gordola
Paolo Kaehr, Minusio
Martin Markovic, Minusio
Emanuele Mobiglia, Minusio
Andrea Diggelmann, Minusio

Al tre marzo due no

Per quanto riguarda i temi in votazione il tre marzo, i verdi liberali hanno definito le proprie posizioni e raccomandano di respingere sia la 13esima AVS, sia l'iniziativa sulle pensioni.

Le motivazioni

Per quanto riguarda la 13esima AVS, si legge, "si ritiene non responsabile per le generazioni future questo investimento di denaro pubblico, pur considerando urgente una riforma che possa aiutare la fascia di pensionati che sono in difficoltà. È stato ribadito che soluzioni come la mozione Mettler sono state proposte in parlamento, ma il Consiglio Federale ha ribadito la necessità di attendere la riforma che sarà presentata entro fine 2026 dall’esecutivo federale". Mentre per l'altro tema in votazione, l'aumento dell'età pensionabile, "il dibattito ha sottolineato l’urgenza di rivedere il sistema di finanziamento dove il fattore anagrafico dovrò essere preso in considerazione nei prossimi anni a causa dei cambiamenti demografici".

I tag di questo articolo