Lugano
I lavori per il nuovo sottopasso di Besso entrano nel vivo
Redazione
23 giorni fa
Entra nel vivo oggi una nuova fase  di lavori del sottopasso pedonale di Besso: dal 9 al 19 febbraio sarà rimosso il ponte provvisorio per bus e pedoni sul piazzale della stazione per permettere gli scavi del sottopassaggio sotto via Maraini. “Al momento siamo a due terzi dei lavori di scavo” ci ha detto il capo progetto FF Michele Radicati.

Il sottopasso pedonale di Besso è sempre più vicino, dopo la rimozione dei ponti ferroviari provvisori per treni e passeggeri posati nell’estate 2022, da oggi infatti entra nel vivo una nuova fase di lavori quella della rimozione di un altro ponte provvisorio su cui negli ultimi due anni sono transitati bus e pedoni presente sulla terrazza della stazione di Lugano. “A partire dalle 20 di questa sera cominceremo a chiudere quest’area”, ci spiega il capo progetto FFS Michele Radicati. “Di conseguenza i pedoni dovranno transitare tra Nord e Sud solo sul marciapiede 1”. Si comincia quindi con la demolizione delle rampe, “mentre settimana prossima si andrà a spostare fisicamente il ponte per portarlo via e ricreare la struttura per i bus e i pedoni nuovamente sull’asfalto”. Si parla di una decina di giorni di lavoro, durante i quali i bus non potranno transitare sulla terrazza, “quindi ci saranno delle modifiche alle fermate”.

Tempi di spostamento più lunghi

Nel periodo di rimozione del ponte provvisorio, data l’impossibilità di transito dei bus, per i viaggiatori sarà dunque necessario calcolare un tempo di spostamento maggiore. “La fermata Lugano Stazione verrà soppressa e i bus numero 2 e 4 si fermeranno alla fermata Lugano Bellavista. La fermata del bus numero 6 sarà invece verso Lugano Piazzale Nord”. Quando il 19 febbraio riprenderà la circolazione, “qui ci sarà già un fondo in asfalto, così come un parapetto e il passaggio pedonale in sicurezza. Contemporaneamente, ci sarà anche il passaggio dei bus”. Dopodiché, a partire dal 20 fino al 26 febbraio i lavori si concentreranno sul bordo del muro, per poi riaprire completamente la terrazza.

Sottopassaggio di Besso

Se questi sono i lavori “in superficie”, più in basso le attività di scavo per il nuovo sottopassaggio di Besso continuano spedite. Iniziati due anni fa, al momento si sono conclusi due terzi dei lavori di scavo. Abbiamo quindi incontrato il capo dell’Area operativa della Divisione delle costruzioni Fabiano Martini. “In questi due anni ci si è concentrati sulla parte centrale: quella in corrispondenza della stazione dei treni. Di questa parte centrale sono stati conclusi gli scavi, così come la costruzione grezza”. Sono quindi già state eseguite le platee in calcestruzzo, le elevazioni e le solette e dallo scorso dicembre i treni transitano già sopra il nuovo manufatto.

Parte del sottopasso in via Maraini

L’obiettivo per i prossimi due anni sarà la costruzione della parte mancante del sottopasso, quella che verrà scavata sotto via Maraini e che sbucherà sul parco del Bertaccio. Lungo quasi 120 metri, largo più di 10 metri e alto 6, sarà il cuore della nuova stazione di Lugano. “L’obiettivo principale del nuovo sottopasso è di collegare la città alta alla città bassa”, ci spiega sempre Martini. “Questo non solo per garantire il flusso di pedoni, ma anche perché, contemporaneamente, grazie al nuovo sottopasso pedonale si avrà l’accesso diretto sia ai marciapiedi dei binari delle ferrovie, ma anche alla nuova discenderia del tram-treno”. Sulla zona in cui era presente il posteggio ex Pestalozzi dovrebbe invece sorgere in futuro un nuovo terminale bus.